Euro NCAP: i primi crash test del 2015

Audi inaugura il nuovo protocollo Euro NCAP 2015 e le 5 stelle si rivelano subito un miraggio. Ecco i primi dettagli anche di Renault e Opel

25 febbraio 2015 - 10:00

Sono stati appena pubblicati da Euro NCAP i primi risultati del 2015. Come già vi avevamo anticipato in questo articolo. la grande novità di quest'anno è l'evoluzione del protocollo di test, che prevede un nuovo crash test frontale e importanti modifiche ai due crash test laterali. L'Audi TT si comporta piuttosto bene, ma i sedili posteriori non troppo protettivi e l'assenza di un sistema di assistenza alla guida le permettono di guadagnare solo 4 stelle. Va peggio ai veicoli commerciali Renault e Opel, che si fermano soltanto a 3. Ecco le prime anticipazioni sui crash test Euro NCAP 2015.

PIU' VULNERABILI – L'introduzione del nuovo crash test frontale full, che prevede l'impatto a 50 km/h su una barriera rigida con tutto il frontale del mezzo, sembra una prova relativamente semplice da superare. Nonostante il poco lavoro che deve sostenere la scocca del veicolo per evitare intrusioni, le sollecitazioni sugli occupanti sono relativamente elevate. Per rendere più severa la prova a bordo sono presenti due manichini HybridIII 5percentile, che simulano due donne di bassa statura, uno è situato al posto guida, l'altro sul sedile posteriore. I sistemi di ritenuta devono essere particolarmente delicati sull'esile corpo dei manichini, le cinture e i relativi limitatori di carico devono rilasciare gradualmente il corpo dei manichini evitando eccessive pressioni sul torace. L'airbag del pilota si deve aprire senza toccare il corpo dell'occupante prima del completo gonfiaggio, e deve frenare delicatamente il movimento in avanti del corpo, evitando pressioni eccessive su testa e torace. Più difficile il compito di proteggere adeguatamente senza forze eccessive l'occupante dei posti posteriori. Pretensionatori e limitatori di carico sulla cintura, non ancora presenti in maniera massiccia sulle vetture, possono aiutare il manichino posteriore.

BARRIERA INGRASSATA – Ben 400 kg di incremento di peso per il carrello del crash test laterale auto-auto. Modificata anche la parte frontale della barriera che va a speronare il veicolo di prova, con la barriera utilizzata fino ad ora sostituita con la più realistica barriera AE-MDB. Oltre alla nuova forma a cuneo, più aggressiva rispetto alla vecchia barriera piatta, anche la deformabilità è stata tarata più realisticamente, per simulare al meglio una vettura di medie dimensioni. Il crash test avviene sempre a 50 km/h, tuttavia le modifiche al carrello hanno reso il test molto più severo. Introdotto anche il nuovo manichino WorldSID 50percentile, per una rilevazione più realistica delle conseguenze dell'urto sul corpo del pilota.

NUOVA INCLINAZIONE – Anche il crash test del palo è stato rivisto in parte. Il test è molto simile a quello a cui abbiamo assistito dal vivo al Centro Sicurezza Fiat. Il nuovo manichino WorldSID 50 percentile siede al posto guida. La vettura è sempre spinta lateralmente verso il palo, che è allineato alla testa del pilota. La velocità è stata incrementata a 32 km/h, tuttavia la vettura è stata inclinata di 25 gradi, per rendere più severa la prova di impatto. Ora la simulazione di un'uscita di strada e il conseguente impatto su un palo o albero è più realistica. Importante è anche la verifica della copertura effettiva della superficie protettiva degli airbag laterali della testa. Il sacco deve coprire la zona di impatto sui sedili anteriori e posteriori per un range di persone alte da 150 cm a 2 metri, pena una penalità sul punteggio della testa ottenuto nel crash test del palo.

STELLE COME COMETE PER L'AUDI TT – L'abitacolo della TT è rimasto stabile nell'impatto contro la barriera deformabile offset. I manichini hanno registrato una buona protezione delle ginocchia e dei femori di conducente e passeggero. Lo stesso livello di protezione è garantito anche agli occupanti di diverse stature e per quelli seduti in posizioni diverse. Anche la prova d'impatto del frontale per tutta l'ampiezza, come vuole il nuovo protocollo, ha dimostrato che la protezione è buona per un conducente femmina di piccola statura per tutte le zone del corpo tranne il petto. Sebbene Audi sconsigli l'utilizzo dei sedili posteriori per persone di altezza superiore 1.45m per motivi di sicurezza, Euro NCAP ha utilizzato il piccolo manichino femminile (alto 150 cm) anche nella parte posteriore. Nel test d'impatto laterale, la TT ha ottenuto il massimo dei punti, con buona protezione di tutte le parti del corpo. Anche nel più severo test del palo, la struttura ha garantito una buona protezione. Euro NCAP ha testato la variante attualmente disponibile sul mercato del Regno Unito, equipaggiata di sedili in alcantara non standard. Questi sedili anteriori forniscono una buona protezione contro il colpo di frusta in caso di tamponamento, ma una valutazione geometrica dei sedili posteriori indica una scarsa protezione contro il colpo di frusta. Nonostante i buoni risultati ottenuti nelle prove l'Audi TT riceve solo 4 stelle poiché non ha un sistema di frenata autonoma a bassa velocità.

3 STELLE A RENAULT TRAFIC E OPEL VIVARO – Con l'Audi TT, inaugurano il nuovo protocollo 2015 anche i veicoli commerciali nati dallo stesso progetto: il Renault Trafic e l'Opel Vivaro.  Entrambi sono stati testati ancora con il protocollo riservato ai veicoli commerciali ma questo non ha comunque permesso di ottenere un risultato più alto di sole 3 stelle. Per entrambi i veicoli l'abitacolo è rimasto stabile nell'impatto frontale ma è stata registrata una protezione marginale del torace del passeggero. Inoltre il piantone dello sterzo e alcune parti della plancia potrebbero ferire le ginocchia e i femori di entrambi gli occupanti dei sedili anteriori. Dal 2016, i crash test dei veicoli commerciali saranno allineati alla prova dei veicolo per trasporto passeggeri con protocolli di prova sostanzialmente identici.

Restate sintonizzati per un'analisi più dettagliata con immagini e video dei primi crash test Euro NCAP 2015riassunti nella tabella seguente.

 





Stelle

Audi TT
81%
68%
82%
64%
4

Renault Trafic
52%
91%
53%
57%
3

Opel Vivaro
52%
91%
53%
57%
3

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Crash test Citroën C4 2021: 4 stelle e frenata AEB migliorabile

Seggiolini auto 2021: 5 modelli bocciati nel test

Crash Test Volvo: tutti i modelli 2021 sono Top Safety Pick +