Euro NCAP: cosa cambia (veramente) nel 2012

Quest'anno il protocollo Euro NCAP si inasprisce, limitando le possibilità di ottenere le 5 stelle. Ecco cosa cambia veramente nel 2012

28 febbraio 2012 - 10:00

2012, anno della svolta per le vetture testate da Euro NCAP. Nonostante i crash test siano sempre gli stessi, il protocollo su cui si basa l'assegnazione delle stelle cambia e diventa molto più stringente (ma le prove restano le stesse). Con il nuovo sistema conserverebbero le cinque stelle solo 8 delle 41 auto promosse a pieni voti lo scorso anno.

STESSI CRASH TEST – Dicevamo che le prove sono invariate rispetto al passato, c'è sempre l'impatto frontale a 64 km/h offset su barriera deformabile, il crash test laterale con carrello deformabile da 950 kg alla velocità di 50 km/h, il test laterale del palo a 29 km/h, la valutazione della prevenzione al colpo di frusta e la prova d'investimento pedoni a 40 km/h. Ciò che cambia veramente riguarda i punteggi minimi richiesti nelle singole valutazioni per ottenere le stelle finali riassuntive.

RISULTATI DIVERSI – Ogni singola percentuale di valutazione è stilata secondo il più recente protocollo dei crash test Euro NCAP (nato nel 2009), ma i nuovi criteri di assegnazione delle stelle danno origine a nuovi risultati finali. Per una maggiore chiarezza pubblichiamo le tabelle sulle quali si basano le stelle Euro NCAP, in particolare quelle riguardanti il biennio 2010/2011 e quelle introdotte ora nel 2012.

La vecchia tabella 2010/2011

ANNO 2010
P. Adulti
P. Bambini
P. Pedoni
S. Assist

5 stelle
80%
75%
40%
60%

4 stelle
65%
60%
25%
40%

3 stelle
35%
30%
15%
25%

2 stelle
30%
25%
10%
15%

1 stella
20%
15%
5%

5%

La nuova tabella 2012 (in grassetto le differenze)

ANNO 2012

P. Adulti
P. Bambini
P. Pedoni
S. Assist

5 stelle
80%
75%
60%
60%

4 stelle
70%
60%
50%
40%

3 stelle
40%
30%
25%
25%

2 stelle
30%
25%
15%
15%

1 stella
20%
15%
10%
5

ATTENZIONE AI PEDONI – L'unico nuovo punteggio minimo richiesto per le cinque stelle è anche il più ostico da ottenere: la protezione dei pedoni. Dal 25% minimo richiesto nel 2009, il primo “scatto” è avvenuto nel 2010 con la richiesta del 40% e da oggi saranno premiate solamente le automobili che proteggono concretamente gli investiti (minimo 60%). Restano invariate al 2010 le richieste negli altri campi: 80% per gli adulti, il 75% per i bambini e il 60% per le dotazioni (safety assist). Molto restrittiva rispetto al passato anche la valutazione delle 4 stelle secondo la nuova tabella, con la protezione adulti richiesta del 70% invece del 65%, e la protezione pedoni che cresce dal 25% al 50%. Ricordiamo che la valutazione delle stelle tiene conto del punteggio più basso ottenuto fra le quattro aree di valutazione, e secondo questo sono assegnate le stelle. Ad esempio analizziamo la Jeep Compass 2012: adulti 61% (in tabella 3 stelle), bambini 76% (5 stelle), pedoni 23% (2 stelle) e Safety assist 43% (4 stelle). Il punteggio più basso riguarda la protezione dei pedoni, quindi sarà questo a decretare le sole due stelle finali.

AUTO PIU' SICURE – Con queste nuove valutazioni un'auto con cinque stelle è un'auto che offre una sicurezza a 360 gradi, sia per chi sta all'interno, che per i passanti. Le vetture testate negli anni passati, sotto richiesta dei costruttori, possono convertire la loro valutazione alle “stelle 2012”, naturalmente se dispongono dei requisiti richiesti. In questa prima fase dell'anno, oltre ai due nuovi test sulla Honda Civic e sulla Jeep Compass altre vecchie conoscenze sono state rivalutate con i parametri 2012:

BMW Serie 1 – 5 stelle
BMW X1 – 5 stelle
Ford Focus – 5 stelle
Ford Ranger – 5 stelle
Mercedes Classe M – 5 stelle
Nissan LEAF – 5 stelle
Subaru XV – 5 stelle
Volvo V60 – 5 stelle

Naturalmente ogni auto è abbinata alla propria scheda di valutazione corredata di descrizione in italiano, immagini e video.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP

Crash test Alce, all’inventore del manichino il Premio Ig Nobel 2022

Honda WR-V: deludente nei crash test Latin NCAP con 1 sola stella