Crash test IIHS: il più severo crash test del mondo su 13 SUV

Nuovo round per il severo crash test Small Overlap di IIHS. Solo la Subaru Forester ottiene buoni risultati. Tutti i dettagli dei 13 SUV testati

20 maggio 2013 - 8:00

Quarta sessione per i crash test Small Overlap di IIHS: il crash frontale più severo eseguito da un organismo indipendente. Dopo la pessima figura delle berline di lusso, il più lusinghiero comportamento delle berline generaliste e quattro buoni risultati richiesti dai costruttori, questa volta tocca a 13 modelli di SUV compatti, con risultati generalmente scoraggianti.

IL TEST PIU' SEVERO – L'impatto Small Overlap IIHS avviene alla velocità di 64 km/h contro una barriera rigida. Il musetto dell'auto viene interessato solo per il 25% della sua larghezza, zona dove solitamente mancano le strutture di assorbimento urto, in questo caso l'impatto spinge sulla ruota e il montante anteriore. A bordo della vettura troviamo un manichino Hybrid III 50percentile al posto guida. Le valutazioni riguardano la resistenza dell'abitacolo, le lesioni del pilota e il comportamento dei sistemi di ritenuta. Superando questo test con un giudizio BUONO o ACCETTABILE consente alla vettura (se ha superato i restanti crash test del protocollo IIHS con buoni risultati) di ottenere il premio TOP SAFETY PICK +.

SUBARU FORESTER – Appena introdotto con il M.Y. 2014 e subito testato da IIHS. L'abitacolo regge molto bene all'impatto, con deformazioni minime. Il pilota viene correttamente trattenuto dalle cinture e dall'airbag frontale, da segnalare gli airbag a tendina correttamente dimensionati che coprono tutta la superficie del finestrino. Nessun significante pericolo di lesioni per il pilota. Il giudizio complessivo del test è BUONO, unito a quello degli altri test IIHS fa ottenere il TOP SAFETY PICK + alla Subaru Forester.

Gallery completa Subaru Forester

MITSUBISHI OUTLANDER SPORT – Venduta in Europa come Mitsubishi ASX. Solo qualche deformazione di media entità del montante anteriore mina lo spazio di sopravvivenza del pilota. La testa colpisce l'airbag ma scivola sulla sinistra in una zona scoperta, l'airbag a tendina si attiva, tuttavia non ha abbastanza estensione per coprire tutto il finestrino laterale. Il manichino non registra alcuna lesione importante per il pilota. Complessivamente la Mitsubishi Outlander Sport ottiene un risultato ACCETTABILE, che le consente di aggiudicarsi il TOP SAFETY PICK +.

Gallery completa Mitsubishi Outlander Sport

BMW X1 – L'abitacolo del piccolo SUV tedesco non regge all'impatto: più di 40 cm di intrusione nella zona della pedaliera, con il piede destro incastrato fra il pedale e le lamiere deformate. L'airbag frontale funziona al meglio, senza alcun problema. Anche L'airbag a tendina protegge bene il pilota, estendendosi per tutto il finestrino. Lesioni abbastanza gravi per la gamba e il piede sinistro del pilota. Il giudizio finale della BMW X1 è MARGINALE.

Gallery completa BMW X1

HONDA CR-V – Appena introdotta sul mercato la Honda CR-V soffre di un'eccessiva intrusione di volante e pedali. Circa 30 i centimetri di intrusione di plancia e montante anteriore. La testa striscia sull'airbag del volante e va in una zona potenzialmente pericolosa dell'abitacolo, anche il torace non è stato ben ammortizzato dall'airbag. L'airbag a tendina si attiva e ha una corretta copertura sul finestrino. Moderate le lesioni sulla gamba sinistra per il pilota. Il risultato finale della Honda CR-V è MARGINALE.

Gallery completa Honda CR-V

JEEP WRANGLER – Testata nella variante due porte la Jeep Wrangler mette in mostra un abitacolo abbastanza robusto. Le intrusioni massime sono di 17 cm per la zona della pedaliera. I movimenti del manichino sono stati ben controllati, la testa colpisce l'airbag in maniera stabile, tuttavia la Wrangler non dispone di airbag a tendina, quindi la zona laterale della testa risulta vulnerabile in questi impatti. I rischi rilevati dal manichino sono abbastanza elevati per quanto riguarda entrambi i femori e la gamba sinistra. Complessivamente la Jeep Wrangler è stata giudicata MARGINALE.

Gallery completa Jeep Wrangler

MAZDA CX-5 – L'abitacolo della nuova Mazda CX-5 soffre di notevoli intrusioni. La pedaliera arretra di 30 cm, la plancia si ferma a 20 cm di intrusione. La testa colpisce l'airbag, ma scivola sulla sinistra verso la plancia, la cintura permette anche un eccessivo movimento in avanti del corpo. L'airbag a tendina si attiva, ma non ha sufficiente copertura sul finestrino per proteggere il pilota. Le rilevazioni del manichino indicano un medio rischio di lesioni alla gamba sinistra. La Mazda CX-5 ottiene solo un risultato MARGINALE.

Gallery completa Mazda CX-5

NISSAN ROGUE – Strutturalmente parlando la Nissan Rogue, che condivide parte della meccanica con la europea Nissan Qashqai, è fra le peggiori vetture della sessione. La zona della pedaliera collassa di quasi 40 cm. La testa del pilota colpisce l'airbag, ma il movimento del volante a destra e in alto di 15 cm fa in modo che scivoli a sinistra, andando in una zona potenzialmente pericolosa. L'airbag a tendina si attiva e ha un'ottima copertura laterale. Media l'entità di ferite alla gamba e al piede sinistro del pilota durante l'impatto. La Nissan ottiene una valutazione MARGINALE in questo crash test.

Gallery completa Nissan Rogue

VOLKSWAGEN TIGUAN – La Volkswagen Tiguan mette in mostra un abitacolo cedevole, con intrusioni di circa 20 cm del montante anteriore. La testa del pilota ha strisciato sull'airbag, a causa del movimento a destra di 15 cm del volante, andando a mettersi in una zona pericolosa dell'abitacolo. L'airbag a tendina copre correttamente la zona laterale dell'abitacolo. Il manichino pilota rileva possibili lesioni gravi all'anca sinistra. La valutazione complessiva per la Volkswagen Tiguan è MARGINALE.

Gallery completa Volkswagen Tiguan

BUICK ENCORE – La Buick Encore è strettamente imparentata con la Opel Mokka venduta in Europa e con la cugina Chevrolet Trax appena introdotta sul mercato. La struttura non consente di mantenere un accettabile spazio di sopravvivenza, le intrusioni sono notevoli, oltre 30 cm per la zona della pedaliera. L'airbag viene colpito di striscio dalla testa del pilota, a causa dello spostamento eccessivo del volante verso destra. L'airbag a tendina si attiva con un notevole ritardo, inoltre la sua estensione non è sufficiente a coprire la zona anteriore del finestrino. Lesioni importanti per il ginocchio e la tibia sinistra del pilota, possibile qualche danno anche al femore sinistro. La Buick Encore è stata valutata come INSUFFICIENTE in questo crash test.

Gallery completa Buick Encore

FORD ESCAPE – Il piccolo SUV è venduto in Europa come Ford Kuga. La zona di sopravvivenza è compromessa dalle notevoli intrusioni, fino a 25 cm di rientranza nella zona della pedaliera. La testa del pilota striscia sull'airbag, andando a posizionarsi in una zona potenzialmente pericolosa, la cintura permette un eccessivo movimento in avanti del corpo. L'airbag a tendina si attiva, ma non riesce a coprire tutta la parte laterale dell'abitacolo. Lesioni elevate registrate dal pilota per l'anca sinistra, di media entità quelle per tibie e caviglie. La Ford Escape ottiene una valutazione complessiva INSUFFICIENTE.

Gallery completa Ford Escape

HYUNDAI TUCSON/KIA SPORTAGE – E' stata considerata valida la prova della Hyundai Tucson (in Europa Hyundai iX35) anche per la sorella Kia Sportage, con la quale condivide buona parte della meccanica e dell'architettura generale. Le deformazioni dell'abitacolo sono enormi, il pedale del freno di stazionamento arretra di oltre 40 cm. Il volante si sposta di 14 cm sulla destra, consentendo alla testa del pilota di scivolare sulla sinistra dell'airbag. Unendo questo scivolamento all'eccessiva debolezza della cintura nel trattenere il busto e alla mancata attivazione degli airbag a tendina, la testa del pilota rischia veramente potenziali impatti contro strutture rigide. Le lesioni registrate dal manichino indicano un rischio di media entità per la tibia e il ginocchio sinistro. Il giudizio della Hyundai Tucson è INSUFFICIENTE.

Gallery completa Hyundai Tucson

JEEP PATRIOT – La Jeep Patriot è la vettura più vecchia del gruppo, in vendita dal 2007. Intrusioni sui 30 cm nella zona della pedaliera non consentono di valutare nel bene l'abitacolo della Patriot. Il volante si muove di 21 cm in alto e di 15 verso destra. L'airbag in questo modo non riesce a proteggere testa e torace durante la collisione, in più la cintura non trattiene a sufficienza il busto del pilota, facendolo muovere eccessivamente in avanti. Il sedile si è spostato verso l'esterno per le deformazioni del pavimento. L'airbag a tendina non si attiva lasciando scoperta la zona dei finestrini laterali. I rischi di lesione per la tibia sinistra sono elevati, di bassa entità quelli registrati dal femore sinistro e dalla tibia destra. La Jeep Patriot ottiene un INSUFFICIENTE.

Gallery completa Jeep Patriot

CASO CURIOSO TOYOTA – Toyota ha richiesto di annullare il crash test Small Overlap per la sua RAV4 appena introdotta sul mercato. Nonostante i crash test classici di IIHS fossero stati pagati da Toyota (e superati a pieni voti) per ottenere il TOP SAFETY PICK, la richiesta di non testare la RAV4 nello Small Overlap è stata giustificata con lo studio di alcune migliorie necessarie per il superamento del nuovo e severo test, quindi la Toyota RAV4 modificata all'occorrenza sarà testata nell'ultima parte di quest'anno.

1 commento

Stefano
12:17, 21 maggio 2013

Nell'articolo si parla – giustamente – bene dei buoni airbags a tendina della Subaru Forester; peccato che quelli per la versione europea sembrino differenti (http://www.sicurauto.it/viewphoto/subaru-forester-2012-crash-test-euro-ncap/7160.html). Spero che la protezione offerta anche per i cittadini del Vecchio Mondo dal SUV giapponese sia similare o che la versione europea sia stata aggiornata con questi airbags. Potete informarvi? Può essere una modalità di sensibilizzazione verso le Case chiedere loro parità di trattamento per tutti i possibili utenti.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

IIHS, Alcol e Marijuana: il 33% si mette al volante subito dopo il mix

Crash test Alce, all’inventore del manichino il Premio Ig Nobel 2022

Honda WR-V: deludente nei crash test Latin NCAP con 1 sola stella