Crash test Euro NCAP: le auto più sicure del 2015

Fra 40 modelli testati nel 2015 da Euro NCAP scopriamo chi si è comportato meglio nei crash test e nella valutazione dei sistemi di sicurezza avanzati

13 gennaio 2016 - 16:52

Un'annata intensa per Euro NCAP, con importanti cambi di protocollo (qui i dettagli), che ha visto l'introduzione del crash test frontale full e modifiche consistenti nei due crash test laterali. 40 modelli sottoposti alle prove di sicurezza, con un importante incremento di presenze di sistemi di ausilio alla guida e l'introduzione sempre più massiccia di pretensionatori e limitatori di carico posteriori grazie al crash test frontale full che verifica la protezione di chi siede dietro. Ora la differenza di valutazione globale fra un modello pensato per superare solamente le prove di impatto e un modello dotato anche degli importanti sistemi di sicurezza avanzati quali frenate autonome AEB, mantenitori della corsia di marcia e limitatori di velocità, è netta e marcata.

I SUV DELL'ANNO – Il SUV grande più sicuro, nonché l'auto più sicura del 2015 in generale testata da Euro NCAP è la Volvo XC90. Oltre ad aver brillato nella protezione adulti, con il 93% e addirittura il 100% nelle dotazioni di sicurezza, il SUV svedese offre una protezione generale ottima anche per i bambini. Solamente una piccola ombra nel crash test pedoni, con il bordo del cofano troppo rigido che non protegge il bacino di un eventuale adulto investito. Scendendo di una taglia, il piccolo SUV più sicuro è risultato il GLC Mercedes-Benz, con una buona performance nella protezione di adulti, bambini e pedoni. Solamente a richiesta nella Mercedes il sistema di avviso dell'uscita dalla corsia di marcia.

LE MIGLIORI BERLINE – Un pareggio nella categoria delle grandi berline: Jaguar XE e Toyota Avensis hanno ottenuto lo stesso identico risultato. A vincere è stata la Jaguar, grazie soprattutto alle dotazioni di sicurezza di serie su tutte le versioni, non optional come sulla Toyota, il che giustifica anche il prezzo più basso di quest'ultima. Fra le berline compatte svetta la Infiniti Q30 che ha ottenuto buoni punteggi in tutte le aree di valutazione, con un significativo 91% per la protezione pedoni, ottenuto grazie al cofano attivo. Anche per la migliore utilitaria c'è stato un pareggio: Honda Jazz e Suzuki Vitara. Vince la Jazz, in quanto è disponibile di serie il sistema AEB di frenata autonoma cittadina.

SICUREZZA PER TUTTI – Per la categoria dei grandi monovolume vincono la Ford Galaxy e la Ford S-MAX. Che hanno battuto la Renault Espace nella protezione adulti e pedoni. Unico monovolume compatto a 5 stelle il Volkswagen Touran ha punteggi bilanciati e una protezione per i bambini particolarmente buona. Costose ma più semplici nelle dotazioni le roadster, che quest'anno sono tornate nella valutazione Euro NCAP. Nessuna ha ottenuto le 5 stelle, in quanto la presenza di dispositivi di ausilio alla guida avanzati è pressoché nulla. La più sicura è risultata la Mazda MX-5, con 4 stelle.

GUARDARE AVANTI – Anche durante il 2016 ci saranno particolari modifiche al protocollo di prova dei crash test Euro NCAP. Nuovi manichini per valutare la protezione dei bambini e soprattutto una valutazione separata con tutti i dispositivi di sicurezza avanzati inclusi, per mostrare la sicurezza globale di un modello testato inserendo tutti gli optional disponibili a pagamento.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volvo, arriva il radar per bimbi e animali dimenticati in auto

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP

Crash test Alce, all’inventore del manichino il Premio Ig Nobel 2022