Crash test ADAC, quando l’impatto avviene sullo spigolo

5 aprile 2016 - 20:05

EuroNCAP ha sempre simulato gli impatti con il 40% del frontale, un impatto difficile, solo una parte del frontale è chiamata ad assorbire l’urto e la gabbia di sicurezza deve resistere ad una condizione non ottimale di lavoro. Ma la realtà a volte va oltre la classica simulazione, molti incidenti frontali interessano solo lo spigolo del frontale, dove non ci sono linee di carico che riescono ad assorbire l’urto. I rischi sono

molto alti, la ruota penetra nella pedaliera, i sistemi di ritenzione lavorano male e i danni alla cellula di sicurezza non sono controllabili.

ADAC ha voluto simulare tutto ciò con due crash test alla velocità di 64 km/h e una sovrapposizione del 20%, con due auto che hanno ottenuto le 5 stelle ai test EuroNCAP. Nel primo test vedremo le conseguenze dell’impatto con le due vetture al naturale, nel secondo test vengono aggiunte due “protezioni” che spingono all’esterno le auto evitando che si incastrino e una piccola linea di carico per ammortizzare il colpo.

Oltre all’aggiunta della protezione nel musetto è stato aggiunto un sistema collegato all’ESP che frena

automaticamente le auto, in modo che non rimangano fuori controllo dopo l’impatto. Con tutto questo lavoro le lesioni ai passeggeri delle auto vengono ridotte del 35%, un ottimo risultato, che aiuterebbe anche in caso d’incidente con due vetture di stazza diversa.

Lasciamo spazio al video, stupitevi anche voi dell’efficacia di una semplicissima protezione aggiunta ad una normalissima auto.

Attivate i sottotitoli in basso a destra.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Allarme bambini in auto: dal 2022 necessario per le 5 stelle Euro NCAP

Animali in auto, come trasportarli in tutta sicurezza

Pericolo bagagli! Ecco un crash test ADAC che lo dimostra