Crash Test Compatibilità: Opel Corsa contro Mercedes Classe S

5 aprile 2016 - 20:05

La prassi è sempre quella… impatto frontale a 50 kmh disassato fra due auto… solamente che i lusinghieri risultati della Polo e della smart non furono raggiunti. Andiamo a vedere questo “terrificante” crash test.

Le varie fasi della prova

La Corsa e la Mercedes stano per toccarsi, il tachimetro segna 50 km/h…

L’impatto è tremendo, le due vetture si toccano con metà del musetto.

La Mercedes inizia a spingere indietro la piccola Corsa.

2200kg contro 1100kg… fate voi.

La Corsa ha subito la forza di un’impatto a 65 km/h.

Termina la simulazione con la Corsa a 5 metri dal punto iniziale.

Lo scontro è stato violento e si vede!

Dettagli crash test Opel Corsa-dettagli

Grazie agli airbag e alla scocca dignitosa i passeggeri della Corsa si salvano… ma le immagini sono molto eloquenti.

Le gambe però sono compromesse dalla riduzione di spazio a livello del cruscotto e della pedaliera, quindi ci sono degli altissimi rischi dal bacino in giù…

E le portiere non si aprono più. La vettura se l’è cavata, nonostante gli anni che le pesano sulle spalle. La violenza dell’ impatto è paragonabile a un urto conto un muro a 65 km/h.

Zona del corpo
Protezione

TESTA/COLLO
Buono

TORACE
Buono

BACINO
Scarso

GAMBE/PIEDI
Scarso

Dettagli crash test Mercedes Classe S

La costruzione all’insegna della massima rigidezza fa schizzare un po’ in slto le sollecitazioni sulle teste degli occupanti, ma nulla di grave.

La ruota anteriore sinistra colpisce la parete parafiamma e crea una deformazione (non grave) nella zona della pedaliera

La violenza dell’ impatto è paragonabile a un urto conto un muro a 35 km/h

Zona del corpo
Protezione

TESTA/COLLO
Buono

TORACE
Buono

BACINO
Buono

GAMBE/PIEDI
Buono

Il video della prova

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Crash test SUV: Citroen a 5 stelle solo con gli optional

Il seggiolino Chicco Oasys i-Size bocciato dal TCS: la fibbia cede nel test

Uber, nuove regole sulla sicurezza: solo auto a 5 stelle in Australia dal 2019