Honda Accord e Suzuki Kizashi. Le migliori al crash test IIHS

Honda Accord e Suzuki Kizashi. Le migliori al crash test IIHS Le due berline giapponesi sono state le uniche due auto ad ottenere il migliore risultato nel crash test "small overlap? di IIHS

Le due berline giapponesi sono state le uniche due auto ad ottenere il migliore risultato nel crash test "small overlap? di IIHS

16 Gennaio 2013 - 09:01

Scendiamo nei dettagli dei crash test effettuati da IIHS con la nuova metodologia “small overlap” (qui la nostra anticipazione sul nuovo test). Partiamo dai risultati delle due vetture che, in questa fase dedicata alle berline medie economiche, hanno ottenuto i punteggi migliori.

HONDA ACCORD 4 PORTE – La struttura della berlina giapponese si comporta in maniera accettabile. Le intrusioni a livello della pedaliera arrivano a 17 cm, i pedali tuttavia non rientrano eccessivamente. La plancia arretra di 12 cm. La rigidità strutturale della zona di sopravvivenza è stata ben mantenuta. La testa del pilota colpisce correttamente l'airbag, senza scivolare verso l'esterno, grazie anche al limitato movimento del volante verso destra. Gli airbag laterali a tendina si aprono correttamente e la loro estensione è sufficiente ad evitare eventuali contatti con l'esterno dell'auto. Le lesioni rilevate dal manichino Hybrid III 50percentile a bordo sono limitate. L'unico voto non eccellente lo merita la scocca, valutata come accettabile, tutti i parametri sulle lesioni e i movimenti del manichino sono buoni. La Honda Accord 4 porte ottiene come risultato globale “buono”, che sommato alle prestazioni analoghe nel crash test offset classico, al crash laterale, al tamponamento e alla resistenza del tetto le permette di ottenere il riconoscimento TOP SAFETY PICK +.

SUZUKI KIZASHI – Strano caso quello della Suzuki Kizashi, la migliore vettura testata della sua categoria che purtroppo non è più in vendita nel mercato statunitense. La struttura dell'abitacolo resta quasi intatta durante l'impatto, limitate le intrusioni della pedaliera (15 cm) e quelle della plancia (6 cm). La testa del manichino striscia sull'airbag verso una zona dove potenzialmente potrebbe toccare parti interne dell'auto. Anche gli airbag a tendina lasciano scoperta la zona dove va a finire la testa durante lìimpatto, la loro estensione è limitata. Le lesioni rilevate dal manichino sono comunque molto basse. Buono il giudizio sulla struttura e sulle lesioni, solo accettabile quello sui movimenti del manichino durante l'impatto e i rispettivi sistemi di ritenuta. Il risultato finale del test è comunque “buono” e permette anche alla Kizashi di ottenere il TOP SAFETY PICK +, nonostante il voto “accettabile” ottenuto in precedenza nel test di resistenza del tetto.

Commenta con la tua opinione

X