Mini Countryman

2017

Autovettura valutata secondo il protocollo euroncap 2015

5 maggio 2017 - 13:01

Protezione adulti

Vengono valutate: la protezione offerta agli occupanti adulti nei crash test frontali e laterali, la prevenzione dal colpo di frusta nei tamponamenti a bassa velocità e la funzionalità del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per evitare incidenti urbani.

90%

protezione bambini

Viene misurata la protezione offerta ai bambini seduti sugli appositi seggiolini (posizionati nei sedili posteriori) nei crash test frontale e laterale con speronamento. Viene verificata anche la funzionalità della disattivazione dell’airbag passeggero, la sua segnalazione e la compatibilità di installazione a bordo di un variegato numero di seggiolini.

80%

protezione pedoni

Viene valutata, tramite appositi crash test, la compatibilità del frontale in caso di investimento di un pedone a 40 km/h. Inoltre viene verificato il corretto funzionamento del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per pedoni e ciclisti in vari scenari di prova.

64%

Safety Assist

Viene verificata la presenza e la funzionalità dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS), tra i quali: avvisatori per le cinture slacciate (SBR), avviso del limite di velocità, limitatori di velocità, sistema di mantenimento della corsia (LKA e LDW) e frenata d’emergenza autonoma per scenari extraurbani (AEB).

51%

EQUIPAGGIAMENTI

  • Airbag lato guida
  • Airbag lato passeggero
  • Airbag laterale torace
  • Airbag laterale a tendina
  • Pretensionatori anteriori
  • Limitatori di carico anteriori
  • Limitatori di carico posteriori
  • Controllo elettronico della stabilità ESC
  • Limitatore di velocità impostabile
  • Pretensionatori posteriori
  • Frenta autonoma (AEB) alta velocità
  • Protezione attiva pedoni
  • Frenata autonoma (AEB) bassa velocità

PROTEZIONE ADULTI La struttura della Mini Countryman regge bene il crash test frontale offset. Buona la protezione per ginocchia e femori, anche per persone di statura diversa dalla media. Nel crash test frontale pieno il pilota è stato protetto in maniera adeguata, il torace del passeggero riceve una compressione di media entità. In entrambi i crash test laterali la Countryman ottiene il massimo punteggio. Buona anche la protezione dal colpo di frusta in caso di tamponamento, per tutti i posti a sedere. Il sistema di frenata autonoma per le velocità cittadine è di serie e si è comportato in maniera accettabile nei test appositi.

PROTEZIONE BAMBINI Buona la protezione per entrambi i bambini nel crash test frontale, nella prova laterale è stato raggiunto il massimo punteggio. L'airbag del passeggero è disattivabile, tuttavia non sono stati assegnati punti perché la segnalazione è poco visibile in abitacolo. Tutti i seggiolini sono stati installati correttamente a bordo, non sono stati assegnati i punti a quelli contromarcia sul sedile anteriore, a causa della scarsa segnalazione dell'airbag del passeggero.

PROTEZIONE PEDONI La Mini è dotata del cofano attivo, che si solleva per aumentare lo spazio di assorbimento energia in caso di investimento. La protezione offerta al bacino è scarsa, il resto del frontale si comporta meglio. Il sistema AEB per i pedoni è optional.

SAFETY ASSIST Tutte le Mini Countryman sono equipaggiate di ESC, avvisatore di cinture slacciate per tutti i posti, sistema AEB ad alta velocità, che si comporta in maniera accettabile nei test. Presente anche il limitatore di velocità impostabile manualmente.

TEST FRONTALE FULL 7.1 pt.
TEST FRONTALE OFFSET 6.8 pt.
TEST LATERALE 16.0 pt.
TEST TAMPONAMENTO 2.4 pt.
Punti frenata autonoma AEB a bassa velocità 2 pt.
Bambino 18 mesi 0.0 pt.
Bambino 3 anni 0.0 pt.
Dotazioni di sicurezza per i bambini 5.0 pt.
Verifica installazione seggiolini 11.5 pt.
  • Buona
  • adeguata
  • marginale
  • scarsa
  • insufficiente

POTRESTI ESSERTI PERSO:

classe di merito universale della RCA

La classe di merito universale della RCA

Parco circolante in Europa 2019: la mappa per tipo, alimentazione ed età

Monopattini elettrici biciclette

Monopattini elettrici come biciclette: via libera alla circolazione su strada?