Crash Test Honda CR-V

2002

Autovettura valutata secondo il protocollo euroncap 1996/2008

24 ottobre 2002 - 10:30

Protezione adulti

Vengono valutate: la protezione offerta agli occupanti adulti nei crash test frontali e laterali, la prevenzione dal colpo di frusta nei tamponamenti a bassa velocità e la funzionalità del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per evitare incidenti urbani.

26.0 pt

protezione bambini

Viene misurata la protezione offerta ai bambini seduti sugli appositi seggiolini (posizionati nei sedili posteriori) nei crash test frontale e laterale con speronamento. Viene verificata anche la funzionalità della disattivazione dell’airbag passeggero, la sua segnalazione e la compatibilità di installazione a bordo di un variegato numero di seggiolini.

0.0 pt

protezione pedoni

Viene valutata, tramite appositi crash test, la compatibilità del frontale in caso di investimento di un pedone a 40 km/h. Inoltre viene verificato il corretto funzionamento del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per pedoni e ciclisti in vari scenari di prova.

19.0 pt

EQUIPAGGIAMENTI

  • Airbag lato guida
  • Airbag lato passeggero
  • Airbag laterale torace
  • Pretensionatori anteriori
  • Limitatori di carico anteriori

Una buona prestazione per un SUV.
Ottima la prova pedoni nella quale già da un paio di anni la Honda si è impegnata a far bene…divenendo punto di riferimento in questa prova.

Analisi crash test Frontale

Solo lesioni alle ginocchia. La testa tocca il volante sprofondando nell'airbag, tuttavia non ci sono problemi da segnalare.

Analisi crash test Laterale

Solo qualche danno al torace, ma niente di grave.

TEST FRONTALE 11.0 pt.
TEST LATERALE PALO 15.0 pt.
TEST TAMPONAMENTO -1,0 pt.
Punti presenza sistema di avviso cintura slacciata 0.0 pt.
  • Buona
  • adeguata
  • marginale
  • scarsa
  • insufficiente

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Bollo auto a rate

Pagare bollo auto online con SPID: come funziona?