Crash Test Fiat Panda Cross

2015

Autovettura valutata secondo il protocollo euroncap 2015

16 dicembre 2015 - 8:28

Protezione adulti

Vengono valutate: la protezione offerta agli occupanti adulti nei crash test frontali e laterali, la prevenzione dal colpo di frusta nei tamponamenti a bassa velocità e la funzionalità del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per evitare incidenti urbani.

70%

protezione bambini

Viene misurata la protezione offerta ai bambini seduti sugli appositi seggiolini (posizionati nei sedili posteriori) nei crash test frontale e laterale con speronamento. Viene verificata anche la funzionalità della disattivazione dell’airbag passeggero, la sua segnalazione e la compatibilità di installazione a bordo di un variegato numero di seggiolini.

77%

protezione pedoni

Viene valutata, tramite appositi crash test, la compatibilità del frontale in caso di investimento di un pedone a 40 km/h. Inoltre viene verificato il corretto funzionamento del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per pedoni e ciclisti in vari scenari di prova.

50%

Safety Assist

Viene verificata la presenza e la funzionalità dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS), tra i quali: avvisatori per le cinture slacciate (SBR), avviso del limite di velocità, limitatori di velocità, sistema di mantenimento della corsia (LKA e LDW) e frenata d’emergenza autonoma per scenari extraurbani (AEB).

46%

EQUIPAGGIAMENTI

  • Airbag lato guida
  • Airbag lato passeggero
  • Airbag laterale torace
  • Airbag laterale a tendina
  • Pretensionatori anteriori
  • Limitatori di carico anteriori
  • Disattivazione airbag passeggero
  • Controllo elettronico della stabilità ESC

PROTEZIONE ADULTI – La struttura della Panda Cross rimane integra nel crash test frontale offset. Durante l'analisi dei filmati è evidente il contatto fra la testa e il volante attraverso l'airbag in fase di sgonfiaggio, è stata applicata una penalità al punteggio della testa. Allo stesso tempo anche il torace ha toccato il volante, combinando l'evento alle rilevazioni del manichino, la protezione è stata giudicata scarsa. Buona la prevenzione da danni a ginocchia e femori, anche per persone di stature differenti. Nel crash test frontale pieno il manichino donna al posto guida subisce un'elevata compressione sul torace, nonostante i pretensionatori e il limitatore di carico sulle cinture. Senza alcun dispositivo oltre alla cintura standard il manichino sul sedile posteriore subisce una spinta eccessiva sul torace e un'altissima accelerazione sulla testa, inoltre il collo si flette eccessivamente durante il crash. Nel crash test laterale col carrello la protezione è massima, nel più severo test del palo la spinta sul torace è accettabile. Protezione dal colpo di frusta solo mediocre su tutti i posti a sedere.

PROTEZIONE BAMBINI – Nei test dinamici entrambi i bambini posizionati su seggiolini contromarcia ricevono il massimo punteggio. L'airbag del passeggero è disattivabile, tuttavia la macchinosità dell'operazione non ha permesso alla Panda di ottenere un punteggio valido. Tutti i seggiolini sono stati correttamente installati a bordo.

PROTEZIONE PEDONI – Le ginocchia non ottengono nessun punto, a causa dell'aggressività della forma del paraurti. Il bacino invece è stato ben protetto. Accettabile la prestazione del cofano, ad eccezione dei rigidi montanti del parabrezza.

SAFETY ASSIST – Tutte le Panda Cross sono dotate di ESC e avvisatori per le cinture slacciate su tutti i posti a sedere. Optional il sistema di frenata autonoma cittadino, non disponibili il limitatore di velocità e l'avviso sul superamento della corsia di marcia.

TEST FRONTALE FULL 3.5 pt.
TEST FRONTALE OFFSET 5.4 pt.
TEST LATERALE 15.7 pt.
TEST TAMPONAMENTO 2.1 pt.
Punti frenata autonoma AEB a bassa velocità 0 pt.
Bambino 18 mesi 12.0 pt.
Bambino 3 anni 12.0 pt.
Dotazioni di sicurezza per i bambini 2.0 pt.
Verifica installazione seggiolini 12 pt.
  • Buona
  • adeguata
  • marginale
  • scarsa
  • insufficiente

POTRESTI ESSERTI PERSO

Ricambisti Day 2019: i fattori che stanno influenzando l’aftermarket auto

Le previsioni sbagliate sulle auto elettriche smentite dalle vendite

Auto elettriche: la ricarica bidirezionale taglierà i costi delle colonnine?