Euro NCAP: crash test Small Overlap? In Europa non serve

Euro NCAP: crash test Small Overlap? In Europa non serve Un post sulla pagina Fabebook di Euro NCAP non lascia dubbi sulla volontà di non importare in Europa il test IIHS

Un post sulla pagina Fabebook di Euro NCAP non lascia dubbi sulla volontà di non importare in Europa il test IIHS, ecco perchè

5 Agosto 2014 - 03:08

Il primo di Agosto, dopo l'uscita dell'ultimo round di crash test Small Overlap condotto da IIHS (qui il nostro articolo) Euro NCAP ha voluto precisare perché non è in progetto nell'immediato futuro l'introduzione del più severo crash test indipendente del mondo anche in Europa.

FACEBOOK- La risposta arriva dal profilo Facebook ufficiale di Euro NCAP: un crash test Small Overlap in Europa? No, Euro NCAP non farà questo crash test in un immediato futuro. Il crash test IIHS viene eseguito contro una superfice rigida. E' un impatto severo, ma non simula un incidente comune in Europa. Secondo le recenti statistiche in possesso di Euro NCAP avvengono molti più incidenti con sovrapposizione del musetto maggiore rispetto al crash test Small Overlap (che è del 25%) in configurazione auto contro auto. Euro NCAP modificherà i propri crash test dal 2015 e negli anni che verranno effettuerà altre modifiche al protocollo (scopri quali in questo articolo), ma ancora non si parla di introdurre lo small overlap.

MENO PESO PIU' TECNOLOGIA – Secondo Euro NCAP l'introduzione delle strutture che favoriscono lo scivolamento sulla barriera del crash test small overalp comportano un aumento di peso e di conseguenza maggiori consumi e inquinamento. I crash test Small Overlap sono spesso conseguenza di un superamento della corsia centrale involontario, quindi Euro NCAP sta promuovendo e renderà obbligatorio per l'ottenimento delle 5 stelle l'utilizzo di sistemi che avvertono il conducente in caso di pericolo o mantengono la corsia di marcia automaticamente. Euro NCAP ricorda che gli standard richiesti dagli organismi sparsi per il mondo, si focalizzano sulle richieste effettive dei clienti del proprio continente. Quindi non è detto che ciò che va bene in America lo sia anche in Europa.

PER NOI E' NO – La nostra visione sulla sicurezza è leggermente diversa dal pensiero di Euro NCAP. Ben vengano le nuove tecnologie, quali il Lane Keep Assist o il Lane Departure Warning, ma l'esperienza insegna che anche un chip o una telecamera, per quanto sofisticati, possono non essere sufficienti, anche perché alcune di queste tecnologie sono disattivabili dai conducenti e possono non funzionare se le strade sono mal tenute. La sicurezza in auto non è mai troppa e le strutture per agevolare lo scivolamento in caso di impatto frontale sullo spigolo sono necessarie e non crediamo che l'aspetto ecologico possa mettere in secondo piano quello della sicurezza. Il discorso sui sistemi di sicurezza attiva può essere valido solo se tutte le vetture circolanti ne fossero equipaggiate, in caso contrario l'impatto può avvenire comunque. Una distrazione dell'altro pilota può comunque portare a un incidente di spigolo, anche se la vettura che guidiamo è dotata di tutti i mantenitori o avvisatori di corsia presenti sul mercato. Meglio quindi avere sia il dispositivo di sicurezza attiva che una struttura capace di proteggere gli occupanti in tutti i tipi di incidente. Speriamo che le Case automobilistiche, a prescindere dalle scelte di Euro NCAP, possano trovare il compromesso migliore per proteggere gli occupanti in tutte le condizioni, anche le più rare.

Commenta con la tua opinione

X