Il retronebbia, norme e consigli per evitare multe

Molti automobilisti lo usano in modo errato o ignorano la sua importanza, vediamo come e quando va utilizzato il retronebbia

Il retronebbia, norme e consigli per evitare multe
Tutte le auto oramai in listino sono dotate, per legge, del dispositivo di retronebbia. Non è quindi un optional come lo sono i fendinebbia anteriori ma proprio la parola "retronebbia", molto spesso, viene accomunata al fatto di accenderlo non appena si incontrano banchi di nebbia o magari solamente una timida foschia. Dietro al suo corretto utilizzo c'è una normativa regolata dal codice della strada (art. 153 del Codice della Strada) che andremo ad approfondire in questo articolo perché un dispositivo di sicurezza come questo, rischia di passare come causa addirittura di incidenti. Vediamo quindi quali sono i consigli utili e le dritte per farsi notare dalle auto che ci seguono adoperando il retronebbia nel modo corretto.

COSA SONO I RETRONEBBIA E COME SPEGNERLI

Come viene spiegato già in autoscuola durante i corsi per la patente, i retronebbia fanno parte dei dispositivi di illuminazione e, con la loro luce di colore rosso, fanno notare il veicolo nei casi di estrema difficoltà per via del tempo particolarmente avverso. Accendere e spegnere il retronebbia non è uguale in ogni auto, vi spieghiamo qui  anche come fare in alcuni casi in maniera pratica, cambia appunto a seconda del veicolo ma per accorgersi se lo si ha attivo è utile guardare il quadro strumenti per vederne la spia accesa di colore giallo (simbolo con il fanale orientato verso destra e fascio di luce che si addentra in un'ondina che indica la nebbia). Ecco quindi che il metodo adoperato per l'accensione, è spesso il medesimo per lo spegnimento. La reale funzione del retronebbia non è altro che quella di segnalare la presenza del veicolo che ce l'ha in funzione nei confronti degli altri che ci seguono, proprio per la condizione di scarsa/pessima visibilità.

COSA DICE IL CODICE DELLA STRADA

Ci sono tre casistiche per cui è consentito l'utilizzo del retronebbia. Per pioggia incessante ed in abbondante quantità, per una nevicata copiosa oppure per nebbia fitta la cui visibilità è inferiore ai 50 metri. Nel caso in cui si dimenticasse il retronebbia acceso, fate attenzione poiché è prevista una sanzione che va da una cifra minima da 41 Euro fino ad una massima di 168 Euro poiché i conducenti delle auto che ci seguono si vedono sparati negli occhi una luce diretta molto fastidiosa, peggio ancora se non c'è pioggia o nebbia che la attutisce. La luce di questo dispositivo è infatti talmente intensa che potrebbe andare ad abbagliare la vista con la creazione di un alone che andrebbe a compromettere la visibilità del conducente. Alcune autovetture presentano una luce retronebbia solamente, altre addirittura due e pertanto sono ancora peggio per la doppia intensità della luce emanata. Si consideri che anche i retronebbia sono oggetto di test durante la revisione, quindi obbligatorio averli funzionanti. Nel caso in cui quindi si avesse il retronebbia acceso è utile spegnerlo nel momento in cui ci si è accorti che la vettura che ci segue ci ha visti o ci è a poca distanza.

ACCORGIMENTI E BUON SENSO

Ci sono degli accorgimenti da tener conto una volta acceso il retronebbia. Oltre ad assicurarsi di essere visibili alle altre auto che seguono, bisogna necessariamente, in ottica di sicurezza stradale, ridurre la velocità, aumentare la distanza di sicurezza da chi ci precede e ricordarsi di spegnere i fendinebbia posteriori non appena vediamo un veicolo dietro di noi. Specialmente per le autovetture che hanno due luci per il dispositivo di retronebbia, queste potrebbero essere scambiate per una brusca frenata per chi se ne dovesse accorgere all'ultimo istante e, a sua volta, rischiare di causare tamponamenti. Accendere il retronebbia non è assolutamente obbligatorio ma è necessario farlo al fine di una maggior sicurezza con i dovuti accorgimenti e soprattutto va fatto con buon senso. Ad esempio è consigliato maggiormente accenderlo in una strada di campagna, meglio ancora se non illuminata piuttosto che in centro abitato e ricordiamo  che vale lo stesso consiglio di spegnerlo appena ci accorgiamo che un'auto si avvicina da dietro.

Pubblicato in Codice della Strada il 14 Giugno 2018 | Autore: Redazione


Commenti

vis il giorno 15 Giugno 2018 ha scritto:

Come quelli che lo tengono acceso in coda allo stop o al semaforo

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri