Strisce pedonali 3D, l’idea bizzarra che rischia di causare più incidenti

L’idea bizzarra in Islanda dovrebbe rallentare le auto, ma l’effetto 3D delle strisce potrebbe fare più vittime del previsto

Strisce pedonali 3D, l’idea bizzarra che rischia di causare più incidenti
Un'idea che definirla particolare è poco. In Islanda sarebbe al vaglio l'ipotesi di disegnare le strisce pedonali con un particolare layout, che le permetterebbero di apparire, in una particolare posizione, come degli ostacoli ingombranti sulla strada. Quella delle strisce pedonali tridimensionali è un'idea già testata altrove, in particolare India e Cina, e che punta sul fattore sorpresa per rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali. Ma siamo sicuri che sia questa la soluzione adatta? Vediamo dove e come è stata sperimentata questa innovazione, elencandone i vantaggi e gli svantaggi.

PERCHÉ LE STRISCE 3D?

Cosa non si farebbe per aumentare la sicurezza stradale. Un'idea bizzarra, che torna in auge viste le prove avviate in Islanda e che riguardano il disegno tridimensionale delle strisce pedonali. A cosa servono? Stando a quando dichiarato in precedenza dalle autorità cinesi, indiane e ora quelle islandesi, a rallentare sensibilmente il traffico, rendendo più sicuro l'attraversamento per i pedoni. Con un disegno tridimensionale, gli automobilisti sarebbero più propensi a rallentare in presenza di queste strisce, avendo l'impressione di avere a che fare con un ostacolo ben più ingombrante delle semplici strisce orizzontali.

NON È TUTTO ORO

Nonostante i test positivi effettuati sia India che in Islanda, questo è un sistema non avulso da criticità. Pensate magari ad una situazione estrema, nella quale un automobilista, sopraggiunto all'attraversamento pedonale, venga preso alla sprovvista dalla presenza di queste strisce, pensando magari che la strada sia bloccata ed effettuando una manovra che potrebbe veramente avere conseguenze catastrofiche. Insieme ai benefici, infatti, si deve pensare anche ai possibili danni che potrebbero arrecare soluzioni del genere, soprattutto se si pensa a quanto, le classiche strisce orizzontali, possano essere comunque sicure se ben segnalate e meglio evidenziate.
UN PROBLEMA DI TUTTI Purtroppo, gran parte degli incidenti stradali riguarda o coinvolge sempre più un maggior numero di pedoni e spesso, le cause, sono proprio la non appropriata segnalazione degli attraversamenti insieme all'illuminazione e altre cause che riguardano la guida degli automobilisti - un problema che non affligge la sola Italia, ma anche la Svizzera, come evidenziato da un test del TCS (Touring Club Svizzero). Resta il fatto che la questione merita una particolare attenzione, onde evitare che soluzioni particolari, come appunto le strisce pedonali tridimensionali, possano distrarre l'attenzione da altri fattori che possono essere cruciali per la sicurezza dei pedoni, partendo magari anche da una maggiore accortezza degli stessi con iniziative come il "siamo tuti pedoni" promossa dal Centro Antartide dell'Università Verde di Bologna e dove SicurAUTO.it si impegna in prima persona -, pene più severe per gli automobilisti e magari aumentando il senso civico medio degli automobilisti e dei pedoni.
Pubblicato in Blog della Redazione il 03 Ottobre 2017 | Autore: Redazione 2


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri