Strade pubbliche come piste e il collaudo della BMW finisce con un morto

Il collaudatore di una BMW Serie 8 perde il controllo e si schianta in Germania per mostrare il prototipo del nuovo modello a un familiare

Strade pubbliche come piste e il collaudo della BMW finisce con un morto
Non è la prima volta che parliamo di incidenti e test drive finiti male, spesso a causa di turisti che si improvvisano tester piloti, noleggiano auto sportive e sfrecciano per mezz'ora nelle strade cittadine  limitrofe. E quando si esagera, come il video della Ferrari che vi abbiamo mostrato qui, il giro di prova finisce molto male. Quella dei test su strade pubbliche però non è un'abitudine tutta italiana che coinvolge solo i privati poiché di incidenti anche seri capitano anche ai più grandi Costruttori, come il caso della BMW Serie 8 che su una strada rurale si è schiantata a forte velocità. Ma la sorpresa più grande all'arrivo dei soccorsi è che accanto al collaudatore del prototipo c'era un familiare morto nell'impatto.

L'IPOTESI DEGLI INVESTIGATORI

L'incidente che ha coinvolto una BMW Serie 8 prossima alla presentazione mondiale (dalle immagini diffuse dai soccorritori si notano chiaramente le camuffature solite  di un modello prima della presentazione ufficiale) è avvenuto ad appena 80 km dalla sede di Monaco della Casa tedesca. L'elemento principale al momento al vaglio degli investigatori è l'alta velocità con cui viaggiava il prototipo prima dell'impatto, ma non è escluso che possano emergere evidenze di un guasto che ha fatto perdere il controllo del mezzo. A dare supporto alle ipotesi degli investigatori che hanno fatto i rilievi, c'è proprio quel modello - la BMW Serie 8 - che alla presentazione imminente del prossimo 15 giugno, in Francia, in occasione della 24 Ore di Le Mans, debutterà con il sistema di sterzata integrale, differenziale posteriore, assetto e barre antirollio attivi.

IMPATTO FATALE PER IL PASSEGGERO

Pare che il collaudatore BMW abbia portato la madre della sua fidanzata a fare un giro vicino a Bodenkirchen alle ore 22 circa, quindi si presume oltre l'orario di lavoro, come riporta il notiziario locale BR24, e in prossimità di una curva a destra possa aver perso il controllo a causa dell'alta velocità per poi colpire diversi alberi lungo la strada. All'arrivo delle squadre di vigili del fuoco di Bodenkirchen e Egglkofen, la situazione si è mostrata molto critica per il passeggero, la donna di 53 anni è infatti rimasta incastrata nella BMW ma secondo i medici potrebbe aver perso la vita nell'impatto a causa delle ferite riportate alla testa (non sappiamo se indossasse o meno la cintura di sicurezza).

LE AUTO NORMALI NON SONO ESENTI DA ERRORE UMANO

Un incidente che al di là di responsabilità che saranno accertate durante le indagini ci spinge a riflettere sulla possibile necessità di dedicare degli spazi ai test anche per le auto "normali" proprio come accade per le auto robot o dei banchi di prova che possano simulare le reali condizioni di guida prima di un test in pista da affidare "ai sensi" dei collaudatori. Per anni i Costruttori ci hanno propinato consumi auto fasulli misurati nei test di laboratorio con l'auto su banchi di prova (guarda qui come sono cambiate le prove di omologazione con il WLTP), forse sarebbe il caso di investire di più anche nelle simulazioni virtuali delle auto pre-serie senza esporre gli altri utenti della strada  - o gli stessi collaudatori - a rischi inutili. Ma forse in questo caso il buonsenso di chi guidava  non ha prevalso sulla tentazione di un giro di prova ad alta tensione per mostrare di cosa fosse capace il prossimo bolide BMW.

Pubblicato in Blog della Redazione il 12 Giugno 2018 | Autore: Redazione


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri