Mercedes e i trucchi sulle emissioni: 1 milione di auto diesel a rischio

La KBA indaga su Mercedes e la stampa tedesca rivela i trucchi che minacciano il richiamo di molti modelli Daimler

Mercedes e i trucchi sulle emissioni: 1 milione di auto diesel a rischio
Che i motori diesel Euro 6 siano più innovativi e puliti è un dato di fatto, ma proprio per questo sono   sempre più sorvegliati dalle Autorità tedesche dopo il mega richiamo mondiale di Volkswagen con il dieselgate, leggi qui tutte le novità. Bisogna prestare attenzione a non fare di tutta l'erba un fascio però poiché l'accusa a Daimler mossa dalla KBA per ora ha portato solo a un'indagine formale alla quale Daimler, nella persona dell'AD Dieter Zetsche, ha mostrato l'intenzione di collaborare pur respingendo ogni addebito di truccare i motori diesel. Intanto la stampa tedesca specializzata ha già rivelato alcuni dettagli sulle anomalie che avrebbe scoperto la KBA sui motori diesel Mercedes-Benz, mentre il boss Daimler ha in programma un incontro con il Ministro tedesco per dipanare la matassa e scongiurare il rischio di un richiamo di proporzioni epiche di circa 1 milione di auto.

OSSIDI DI AZOTO NEL MIRINO

Al centro delle attenzioni della KBA, l'ente federale per i trasporti che equivale alla Motorizzazione italiana, sarebbe il sistema di riduzione catalitica dei gas di scarico nei motori diesel Mercedes per abbattere i livelli di ossidi di azoto. Il nuovo sistema con cui si confrontano gli acquirenti di nuove auto diesel Euro 6 si chiama SCR, leggi qui come funzione e utilizza una soluzione additiva di acqua e urea chiamata AdBlue, leggi qui come funziona e a che serve, che secondo la KBA sarebbe stato programmato da Daimler per disattivarsi in particolari situazioni di guida. E' il magazine Bild am Sonntag ad anticipare ulteriori dettagli sui 5 defeat device che avrebbe scovato la KBA.

I TRUCCHI DEI MOTORI DIESEL

Come riporta Bild am Sonntag, la KBA avrebbe rilevato che l'efficienza del sistema di pulizia dei gas si scarico si riduce senza motivo apparente non appena il motore emette 17,6 grammi di ossidi di azoto dall'avviamento. In un'altra funzione software, sempre secondo le indiscrezioni della stampa tedesca, il sistema di controllo del motore passerebbe alla modalità "ridotta" tra 1.200 e 2.000 secondi in base ai modelli. La KBA sospetta che, come per il Mercedes Vito 1.6 diesel su cui ha imposto un richiamo a Mercedes qualche settimana fa, Daimler utilizzi delle funzioni fantasma sui sistemi di controllo delle emissioni di molti veicoli, dalla Classe C alla Classe G. Ma secondo la Casa di Stoccarda l'accusa della KBA è solo frutto di una interpretazione normativa che non influenza il rispetto dell'omologazione secondo il ciclo NEDC, leggi qui quali sono le novità sulle omologazioni auto con le norme Euro 6 D e 6D Temp.

PERCHE' USARE UN TRUCCO

Ma se i moderni diesel Euro 6 sono già più puliti, perché mai una prestigiosa Casa costruttrice dovrebbe rischiare esorbitanti costi di richiamo, immagine e sanzioni con presunti trucchetti sulle auto? La cosa si può provare a spiegare semplicemente in un modo, limitare lo scomodo ai clienti il più possibile legato all'adozione di quei sistemi vedi l'SCR - che servono ad abbattere le emissioni inquinanti ed essere in regola. D'altronde ci ha provato già Volkswagen sulla penultima generazione di Audi A6 e A7, su cui sempre la KBA ha scoperto il trucco dell'AdBlue, leggi qui, costringendo la Casa a richiamare oltre 60 mila auto nel mondo. Intanto  Daimler ha annunciato di collaborare con le autorità per chiarire l'equivoco ed è possibile - come lascerebbe intuire la stessa Casa di Stoccarda - che il tutto si risolverà come un fuoco di paglia.

Pubblicato in Novità Auto il 11 Giugno 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri