Hyundai Kona: Andrea Crespi ci spiega le novità del nuovo B-SUV

Hyundai Kona ha debuttato a Francoforte e si appresta a sgomitare nel segmento B-SUV,dalla sua la trazione integrale e dotazioni di sicurezza avanzate

Hyundai Kona: Andrea Crespi ci spiega le novità del nuovo B-SUV
Nei prossimi mesi assisteremo a una vera e propria guerra senza quartiere tra le Case costruttrici per il predominio del segmento dei SUV compatti. Le avvisaglie delle ipotetiche ostilità commerciali le abbiamo percepite alla passata edizione del Salone di Francoforte in occasione del quale sono stati presentati un nugolo di B-SUV a marchio dei principali attori del mercato. Tra queste anche la nuova Hyundai Kona, una vettura poco più lunga di 4 metri, pensata, a differenza della maggior parte dei modelli del segmento, non soltanto per un uso esclusivamente urbano. Abbiamo approfondito la conoscenza della Kona intervistando Andrea Crespi, managing director di Hyundai Motor Company Italy.

SUV COMPATTO E ALLA MODA STRIZZA L'OCCHIO ANCHE AI FUORISTRADA

La stragrande maggioranza delle vetture appartenenti al modaiolo segmento dei B-SUV è concepita per un utilizzo prevalentemente cittadino; nonostante queste automobili vantino un'altezza da terra considerevolmente maggiore rispetto a utilitarie e berline, protezioni vistose e ghigno cattivo, vengono utilizzate come tranquille auto di famiglia per le vie della città e per qualche gita fuoriporta (Leggi qui l'intervista con Giorgio Magnanini sulla Skoda Karoq). Con uno spirito diverso sembra nascere la Hyundai Kona, debuttante assoluta al Salone di Francoforte 2017 (Leggi qui tutte le novità presentate a Francoforte 2017). Come anticipato in apertura, abbiamo avuto modo di confrontarci con Andrea Crespi di Hyundai Motor Company Italy per comprendere quali sono i punti di forza del nuovo modello, sui progressi fatti dal brand sui nuovi ausili alla guida, sulle eventuali future versioni green del SUV compatto e, infine, sulla visione della Casa riguardo al futuro e alla mobilità elettrica.
Con la Hyundai Kona debutta un'auto che mancava e che si posiziona in una fascia di mercato molto presidiata, in cui però punta a farsi distinguere con velleità più off-road, quali sono i punti di forza celati da un'altezza da terra maggiore e protezioni più vistose che la rendono perfetta per la giungla urbana?
Hyundai KONA, con i suoi 4,16 metri di lunghezza e 1,8 di larghezza, si posiziona perfettamente nel cuore del mercato dei SUV compatti, ma con caratteristiche uniche che la distinguono - in primo luogo la piattaforma inedita su cui è sviluppato il modello, che permette di offrire la trazione integrale e l'alimentazione totalmente elettrica. Grazie a un'altezza da terra di 17 centimetri e alla possibilità di sfruttare il 4WD per nulla scontato nel segmento - KONA diventa il mezzo perfetto per ogni occasione, sia in città, dove le sue dimensioni permettono di muoversi agilmente: i distintivi passaruota e la fascia paracolpi laterale proteggono la carrozzeria e riducono la possibilità di danni sia nei piccoli contatti che nell'off-road. KONA è un'auto in grado di soddisfare i consumatori più esigenti anche in termini di tecnologia: offre i più moderni sistemi di sicurezza attiva e di assistenza alla guida, come la Frenata Autonoma di Emergenza con Rilevamento di Pedoni e Veicoli, il Mantenimento della Corsia, il rilevatore stanchezza guidatore, solo per citarne alcuni. Esordisce per la prima volta su una Hyundai il nuovo head-up display, che proietta le informazioni più utili al livello dello sguardo del guidatore, per un'esperienza di guida ancora più sicura e piacevole.
I sistemi di infotainment sono offerti sin dalla versione d'ingresso, sino ad arrivare al nuovo sistema di navigazione con touchscreen 8" - compatibile con Apple CarPlay e AndroidAuto - e Premium Audio System Krell.
La gamma motori prevede al lancio due propulsori turbo benzina di ultima generazione e si arricchirà a metà 2018 di un diesel 1.6 Euro 6c e di una versione full electric.
Hyundai ha fatto passi da gigante nella sicurezza attiva e di supporto alla guida; qual è la strategia del Brand sull'adozione di ausili avanzati che anticipano la guida semiautonoma?
Quella di Hyundai è una filosofia fondata su un futuro sostenibile e sempre alla ricerca di innovazioni al servizio delle persone. Per questo abbiamo fortemente investito in quei volani che guideranno il futuro: mobilità sostenibile, auto sempre più connesse, con equipaggiamenti tecnologicamente all'avanguardia su tutta la gamma in termini di sicurezza attiva e guida assistita, entertainment e connettività. Frenata Autonoma di Emergenza con Rilevamento di Pedoni e Veicoli, Sistema di Mantenimento della Corsia, Rilevatore di Stanchezza del Conducente, Avviso di Possibili Urti Posteriori e Rilevatore dell'Angolo Cieco sono solo alcune delle dotazioni che Hyundai offre all'interno della sua gamma, a partire anche dalla gamma di city-car. Il tema della sicurezza attiva, così come quella passiva - dove Hyundai ha guadagnato diversi riconoscimenti, come le recenti 5 stelle Euro NCAP per la Nuova i30 - sono le chiavi per affrontare la sfida del futuro legata alla guida autonoma intelligente, sfida nella quale stiamo investendo molto in termini di Ricerca & Sviluppo, con risultati già apprezzabili. Durante lo scorso CES di Las Vegas Hyundai ha infatti presentato un prototipo funzionante di IONIQ a guida autonoma, in grado di affrontare gli ambienti urbani più complessi. Approfonditi test su strada e in diversi contesti continuano a guidare Hyundai nel processo di miglioramento e rifinitura delle tecnologie a guida autonoma, con l'obiettivo finale di sviluppare di una piattaforma sempre più accessibile per il cliente.
Ci saranno versioni ibride a gas/elettriche della Kona?
La gamma motori KONA per l'Italia sarà composta inizialmente da due motori turbo benzina, che offrono ottime prestazioni e consumi ridotti: un 1.0 T-GDI da 120 CV e un più potente 1.6 T-GDI da 177 CV. Il primo adotta la trazione anteriore e cambio manuale, il secondo la trazione integrale e il cambio automatico 7DCT a doppia frizione. A metà 2018 debutterà su KONA la nuova generazione di motori diesel 1.6 CRDi Euro 6c, disponibile in due declinazioni di potenza (115 e 136 CV) e, nello stesso periodo, farà il suo debutto sul mercato anche una versione 100% elettrica: KONA sarà il primo B-SUV disponibile con questa alimentazione (Qui trovi i dettagli e i video della Hyundai Kona).
Qual è la visione del Brand sul futuro elettrico dell'auto?
Hyundai è attualmente l'unica casa automobilistica in grado di offrire ai propri clienti tutte le tipologie di mobilità sostenibile: elettrico, ibrido e ibrido plug-in, grazie alla gamma IONIQ (Hyundai Ioniq è Green Gold Award 2018, leggi qui) ma anche idrogeno con ix35 Fuel Cell, la prima auto al mondo ad alimentazione H2 prodotta in serie, che sarà presto seguita, nel 2018, dall'arrivo previsto in Europa del SUV Fuel Cell di ultima generazione. Hyundai crede fortemente in un futuro sostenibile per la mobilità e in questa strategia di e-mobility, prevede di introdurre 15 nuovi modelli green sul mercato globale entro il 2020. Spinto dalla sempre maggiore domanda globale di veicoli ecologici, l'obiettivo di Hyundai è quello di guidare la diffusione dei veicoli ibridi, ampliando la propria gamma di SUV e di veicoli di grandi dimensioni. Un'altra parte del piano riguarda lo sviluppo di varianti green sia a trazione integrale sia a trazione posteriore, utilizzando il sistema di trasmissione elettrica TMED (Transmission Mounted Electrical Device), sviluppato in-house nel 2011. Il Gruppo intende inoltre dar vita a una gamma elettrica che spazia dai segmenti minori ai più grandi e lussuosi modelli del brand Genesis: le prossime tappe saranno rappresentate da KONA elettrica nel 2018, un modello Genesis a trazione elettrica nel 2021 e successivamente un veicolo 100% elettrico con un'autonomia di 500 km. Hyundai svilupperà infatti la sua prima piattaforma per veicoli elettrici puri, che consentirà all'azienda di produrre diversi modelli con un'autonomia sempre più estesa in linea con le richieste dettate dal mercato. 

Pubblicato in Novità Auto il 18 Ottobre 2017 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri