Auto elettriche e pacemaker: studio USA sfata i pericoli sulla sicurezza

Nessun problema per i pazienti con pacemaker, inflitti dagli strumenti di ricarica delle auto elettriche, lo assicura la American Heart Association's

Auto elettriche e pacemaker: studio USA sfata i pericoli sulla sicurezza
Un'indagine nata dal bisogno di scoprire se e come, i pazienti provvisti di pacemaker, potessero in qualche modo essere "danneggiati" dai campi elettro magnetici prodotti dalla ricarica delle auto elettriche. Nello specifico lo studio fatto dal Good Samaritan Hospital di Dayton in Ohio, voluto fortemente dall'American Heart Association's, ha evidenziato come, per i pazienti afflitti da problemi cardiaci ai quali è stato impiantato un pacemaker, non vi siano limiti "tecnologici" per poter utilizzare le vetture elettriche.

SICURE AL 100% PER CHI HA PROBLEMI CARDIACI

Uno studio che ha dimostrato la sicurezza delle auto elettriche, almeno per quanto riguarda i pazienti con problemi cardiaci. Gli scienziati - Thein Tun Aung e Abdul Wase, ritratti nella foto in copertina - hanno mostrato come i campi elettromagnetici prodotti dagli strumenti di ricarica delle vetture elettriche, nel caso specifico della Tesla Model S P90D qui tutte le news sulla Casa americana -, non vadano ad intaccare minimamente strumenti come il pacemaker e altri dispositivi cardiaci.

NESSUNA ANOMALIA DURANTE IL TEST

Per estrapolare i dati, è stato coinvolto un gruppo di 26 uomini e 8 donne, con una media di 69 anni e tutti con un pacemaker. Posizionati in vari punti intorno alla vettura, vicino ad una stazione di ricarica da 220 V, i pacemaker dei partecipanti sono stati monitorati durante il test, dopo essere stati settati nell'impostazione più sensibile, e fortunatamente non è stata registrata alcuna anomalia nel loro funzionamento - potranno quindi sfruttare senza problemi la prossima "autostrada elettrica" tra Italia e Norvegia.

IN FUTURO VERRANNO TESTATE ALTRE AUTO ELETTRICHE

Un risultato che ha tranquillizzato tutti coloro i quali, magari desiderosi di passare ad una mobilità più sostenibile, temevano danni o interferenze ai propri strumenti cardiaci. Attualmente lo studio ha riguardato la sola Tesla, ma gli studiosi sono pronti a replicarli su altre auto elettriche, proprio per scongiurare il più possibile, rischi e pericoli per i pazienti che hanno evidenziato problemi cardiaci. Uno studio necessario, vista la grande crescita nelle vendite di auto elettriche soprattutto negli Stati Uniti, con dati vicino al 30-40% di crescita complessiva - qui i dati sul mercato delle auto elettriche.

Pubblicato in Auto elettriche il 20 Novembre 2017 | Autore: Giuseppe Gomes


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri