Guida a mani libere: arriva l’App che premia ogni km senza smartphone

Si chiama Smartphoners, l’App per la sicurezza di guida che premia i conducenti capaci di mollare il cellulare quando sono in auto

Guida a mani libere: arriva l’App che premia ogni km senza smartphone
Nel panorama di iniziative atte a scongiurare l'utilizzo di smartphone durante la guida, una delle cause di incidenti più frequenti, si classifica anche un'applicazione che vuole premiare gli automobilisti più virtuosi. Più chilometri sono percorsi senza rispondere al cellulare e più c'è possibilità di vincere dei premi, partecipando a concorsi mensili, con l'applicazione Smartphoners.

L'APPLICAZIONE

L'idea alla base di questa applicazione è stata di Olimpia Bolla, un'imprenditrice romana che si è avvalsa di Next Adv per lo sviluppo ed il lancio di "Smartphoners - Pensa a guidare posa il cellulare" sugli store applicazioni di Android ed Apple (leggi anche del lancio dell'app Patente&Libretto). Sostanzialmente la volontà dell'ideatrice è quella di riuscire a diminuire il numero di incidenti stradali causati dallo smisurato utilizzo di smartphones alla guida, causa ogni anno di oltre 40 mila sinistri e con un trend di crescita tristemente positivo.
Salone di Ginevra 2017, ultime novità

IL FUNZIONAMENTO

L'applicazione, che dal suo lancio ad Agosto fino ad oggi è stata utilizzata da 9.600 utenti, utilizza il GPS del telefono per tracciare gli spostamenti degli automobilisti e registrare eventuali comportamenti virtuosi: prima di partire per uno spostamento in auto basta dare il via attraverso il grande pulsante rosso nella home page, momento dal quale parte il conteggio. Il sistema funziona tramite un'assegnazione di punti per ogni comportamento corretto, che passa da 1 punto extra per una chiamata alla quale non si risponde se non si ha inserito l'auricolare fino a 20 punti extra se si invitano degli amici, ovviamente il tutto al di fuori del normale accumulo di punti sulla base dei km percorsi senza minimamente toccare il telefono. L'applicazione soffre ancora di qualche difetto di gioventù, poiché scalda molto il telefono (noi abbiamo provato con un Samsung Galaxy S5) e costringe il display ad essere costantemente acceso, fattore che incide molto sulla batteria. Ottima l'idea quindi, anche se il margine di miglioramento è alto, a partire dal dover distinguere dovutamente i normali automobilisti dai lavoratori, poiché un autotrasportatore potrebbe tranquillamente imporsi sulla schiera di utenza media e fare incetta di premi.

L'INCENTIVO PER GLI UTENTI

Il fatto stesso di non reprimere gli automobilisti con delle sanzioni o punizioni, ma al contrario premiarli per dei comportamenti virtuosi, è alla base di una psicologia inversa che dimostra un nuovo approccio al problema. Notoriamente un sistema di riconoscimenti è meglio visto rispetto ad una imposizione, perché può generare anche il divertimento della competizione (leggi dell'app WeCity che premia chi non produce CO2). I premi sono buoni benzina, che partono dai 10 euro giornalieri per chi accumula più km fino ai 1.500 euro del premio finale, assegnato all'utente con più km attivi alla data 31 Luglio 2017.

Pubblicato in Test e recensioni il 12 Ottobre 2016 | Autore: Claudio Anniciello


Commenti

Salone di Ginevra 2017, ultime novità

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri