Garmin Babycam: il videomonitor per non dimenticare i bambini in auto

Si collega al navigatore per osservare nel traffico i bambini ma quando si parcheggia avverte se qualcuno è nel seggiolino

Garmin Babycam: il videomonitor per non dimenticare i bambini in auto
Come tenere d'occhio il bimbo che viaggia sui sedili posteriori? Ogni tanto, il guidatore si volta, oppure osserva quanto accade sul divano mediante lo specchietto retrovisore. Per questo Garmin (noto per la navigazione satellitare) presenta babyCam, il primo video monitor per avere il pieno controllo dei piccoli passeggeri senza doversi girare o fermarsi lungo la strada.

DI CHE SI TRATTA

È una videocamera che, posizionata sul sedile anteriore e rivolta verso il seggiolino, permette di inviare immagini chiare e definite dei piccoli passeggeri a bordo e visibili sul tradizionale navigatore GPSGarmin (dove compatibile), grazie alla tecnologia wireless. Permette al guidatore di avere sempre sotto controllo quello che sta accedendo alle sue spalle e di intervenire tempestivamente in caso di necessità. Secondo il produttore, babyCam è in grado di trasmettere immagini chiare anche durante viaggi notturni o in condizioni di scarsa visibilità, senza arrecare alcun disturbo ai più piccoli mentre stanno dormendo nel seggiolino. È dotato pure di avviso che ricorda di verificare la presenza di passeggeri in auto una volta arrivati a destinazione.

QUANTO COSTA

Questo dispositivo sostituisce l'antiestetico retrovisore ausiliario attaccato al parabrezza, ma svolge anche una funzione attiva, consentendo al guidatore di avere la situazione sotto controllo, e di stare al volante più rilassato, a beneficio della sicurezza. O almeno così garantisce il produttore. Inoltre, tutto questo ha un costo: babyCam sarà disponibile a partire da gennaio 2016 a un prezzo consigliato al pubblico di 199,99 euro. Il prezzo è piuttosto interessante, ma sapremo dirvi di più sulle sue funzionalità appena avremo la possibilità di testarlo.

TUTTO REGOLABILE

L'angolo di visualizzazione è regolabile e quindi è possibile monitorare il sedile posteriore in tutta la sua lunghezza, ideale nel caso in cui gli ospiti a bordo siano più di uno. Attraverso i comandi vocali sarà possibile passare con facilità e senza dover togliere le mani dal volante, dalla modalità navigazione GPS alla vista babyCam. Dopo essere giunti a destinazione, babyCam ricorda al guidatore la presenza di passeggeri prima di scendere dal veicolo con un messaggio sul video: un avviso che aiuta a evitare incidenti in cui un bambino che dorme venga accidentalmente lasciato solo all'interno del veicolo per un lungo periodo. Non è certo l'unico dispositivo a svolgere questa funzione: vedi qui altri salva-bimbo. Inoltre, può interessarvi il nostro test di un altro prodotto per evitare di dimenticare il piccino in macchina: Remmy. Compatibile con i più recenti navigatori GPS Garmin per l'automotive della nota serie nüvi, babyCam è alimentato con due batterie AA (non incluse) o con un cavo di alimentazione USB venduto separatamente. Non appena possibile, lo testeremo, per darvi qualche dritta in più su qualità e convenienza dell'acquisto.

Pubblicato in Test e recensioni il 28 Ottobre 2015 | Autore: E.B.


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri