Renault Megane Grand Coupé: prova su strada in anteprima

La berlina media di Renault si chiama Megane Grand Coupé, per chi vuole una Talisman più corta ma ugualmente accessoriata

Renault Megane Grand Coupé: prova su strada in anteprima
In un'ottica di piena offensiva nei confronti di un segmento poco combattuto, Renault ha cercato di inserire la nuova Renault Megane Grand Coupé, un'auto che eredita il nome dalla Megane ma che si approccia ad una clientela in cerca di tecnologie da segmento superiore. Noi abbiamo provato in anteprima la nuova Megane Grand Coupé in tutte le salse e su tutte le strade, con un interessante motore diesel 1.6 litri.

VISTA DA FUORI

Chi conosce bene il brand Renault, da semplice appassionato o addetto ai lavori, sa bene che ci sono alcuni segni distintivi richiamati nel design di tutti i modelli sfornati gli ultimi anni, quindi nemmeno la nuova Megane Grand Coupé fa eccezione. Si parla della firma ottica con luci di posizione bianche a forma di C, che incorniciano i proiettori a LED anteriori, così come gli stop allungati che disegnano quasi una linea continua da lato a lato. Anche la grande losanga fusa con i listelli della calandra, questa di dimensioni importanti, è tipica dell'attuale corso stilistico del brand francese, ma ciò che distingue questa Grand Coupé dalla classica Megane 5 porte è la coda: il tetto plana dolcemente verso il posteriore, andamento tipico delle coupé, dove si incontra con un terzo volume dal cofano quasi piatto e che, visto da dietro, assieme alle "spalle" sull'assale posteriore cerca di evidenziare qualche muscolo.

INTERNI SPAZIOSI

Progettare una berlina su un pianale che ha già dato i natali alla Renault Espace (leggi la nostra prova su strada della Renault Espace) ed alla Renault Talisman (leggi la nostra prova su strada della Renault Talisman), ma cercare di renderla appetibile nei confronti di un pubblico diverso da quello già interessato a quest'ultima, ha richiesto uno sforzo importante per il Costruttore, ma di fatto i risultati ci sono. Chi pensa ad una berlina pensa innanzitutto ad uno spazio interno, ed è esattamente quello che abbonda in questa nuova Renault Megane Grand Coupé, poiché sia chi siede in prima fila che in seconda ha uno spazio per le gambe che non costringe a doversi fermare di tanto in tanto durante i lunghi viaggi. Il fatto che questa Megane non sia una coupé in senso stretto, poi, ha anche dato libero accesso alle persone più alte al posteriore, poiché non soffre un declino del tetto troppo marcato e che costringe passeggeri alti oltre 1 metro e 80 cm a viaggiare piegati. Il feeling percepito a bordo è comunque più vicino a quello di una Talisman, quindi un'auto di un segmento superiore, soprattutto considerando il rivestimento dei sedili così come la pelle che ricopre il volante. Non poteva mancare l'illuminazione ambiente colorata, come già vista sulle Renault dell'ultimo periodo, che si interfaccia direttamente con il selettore di guida Multi-Sense e cambia colore - tra i cinque disponibili - appena chi guida cambia il "carattere" dell'auto, fattore che si ripercuote anche sul tema della strumentazione digitale.

ELETTRONICA DI LIVELLO

Se la nuova Renault Megane Grand Coupé deve interessare quella clientela in cerca di un'auto di rappresentanza ma che, con i suoi 4.63 metri di lunghezza sia decisamente più sfruttabile di una Talisman da oltre 4.80 metri, è chiaro che anche l'elettronica e l'assistenza alla guida devono essere adeguate. Considerando che Renault ha previsto esclusivamente i due livelli di allestimento più alti nella scelta dell'offerta, c'è indubbiamente un pacchetto completo del quale usufruire, che parte dagli abbaglianti automatici ed arriva alla retrocamera di parcheggio (che però spunta in modo antiestetico dal centro della losanga al posteriore). La Megane Grand Coupé può anche parcheggiarsi in autonomia, così come riconosce i limiti di velocità e li segnala al conducente, consiglia una pausa se rileva atteggiamenti riconducibili alla stanchezza e frena da sola in caso di pericolo, con l'AEB.

SU STRADA, CON IL DIESEL

Per provare su strada la Renault Megane Grand Coupé ci siamo soffermati sul motore diesel da 1.6 litri e capace di sviluppare 130 cavalli, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti. Nonostante l'auto non sia estremamente pesante ci sentiamo di sottolineare quanto 130 cavalli siano l'esatto e giusto compromesso per poterne godere appieno, con il propulsore che spinge grintosamente non appena la lancetta supera quota 1.600 giri e regga bene fino alla quinta marcia, per poi lasciare spazio ad una sesta chiaramente di riposo. Lo spazio a disposizione a bordo ci ha garantito un relax durante tutto il tragitto della prova, interrotto solo dal motore che ad alti giri diventa rumoroso, mentre le sospensioni hanno isolato bene le sconnessioni del manto stradale una volta settate su comfort. La differenza nei settaggi del Multi-Sense è perfettamente avvertibile, segnale che indica un buon lavoro da parte degli ingegneri, perché in Sport la verve del motore aumenta (di poco) così come si "spegne" quando si predilige viaggiare in Eco. Durante il tragitto abbiamo incontrato e percorso diverse strade, con curve di raggio vario, salite e discese, ma la stabilità della Grand Coupé non è stata granché minata dalle velocità in gioco, anche se è chiaro che preferisce poggiare dolcemente in curva piuttosto che vedersi strapazzata da accelerate improvvise: è un questione proprio di fisica, di masse in gioco e di dimensioni...ricordiamoci che lo sbalzo posteriore, ad esempio, misura ben 23 centimetri in più rispetto la 5 porte!

PREZZI

L'unico stabilimento al mondo che produce la nuova Renault Grand Coupé è quello turco di Bursa, dal quale arrivano tutte con un prezzo, per il mercato italiano, che parte da 23.550 euro con il motore dCi 110 cv, che diventano 24.800 euro nel caso del diesel da 130 cavalli.

Pubblicato in Prove su Strada il 03 Marzo 2017 | Autore: Claudio Anniciello


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri