Renault Clio TCe GPL: prova su strada in anteprima

Sulla nuova Renault Clio il restyling estetico è funzionale e poco visibile. Motore GPL solo su allestimenti base ed intermedio

Renault Clio TCe GPL: prova su strada in anteprima
Dal suo lancio commerciale nel 2012 la Renault Clio di nuova generazione è riuscita a ritagliare una importante fetta di mercato, piano piano sempre più accresciuta con un trend positivo durante gli anni di commercializzazione. E' ora arrivato il restyling della segmento B di Renault, una rivisitazione assolutamente non invasiva che, per l'occasione, abbiamo provato in anteprima con il motore turbo GPL da 90 cavalli in allestimento ZEN.

ESTETICA

Quando si prende un prodotto che è riuscito a tagliare di netto i ponti con il passato, perché sappiamo tutti il divario incredibile che corre tra la terza e la quarta generazione di Renault Clio, un restyling potrebbe essere un'operazione decisamente da non sottovalutare. Si potrebbero sconvolgere degli equilibri costruiti negli anni di presenza sul mercato, che in questo caso parlano di un trend di vendite sempre crescente e che ha toccato il picco nel 2016, con quasi 50.000 unità vendute, ma alla Renault hanno preferito giocare in modo equilibrato. Le linee allora non sono state per niente stravolte, anzi riescono a conservare i tratti che hanno reso la Clio l'auto straniera più venduta in Italia: continua ad esserci il fascione laterale così come lunotto che scende morbido verso il basso. Ciò che cambia sono soprattutto i gruppi ottici, sia anteriori che posteriori, con la firma luminosa a LED diversa rispetto al precedente modello, così come anche i paraurti anteriore e posteriore hanno un profilo leggermente variato. Nuova anche la calandra, anche se con un design sufficientemente conservativo.
Salone di Ginevra 2017, ultime novità

INTERNI

Generalmente quando si portano a termine operazioni commerciali di questo genere qualche differenza la si percepisce anche all'interno dell'abitacolo, oltre che sulla carrozzeria. La nuova Renault Clio, pur mantenendo la stessa disposizione di tutti i comandi interni, ha variato componenti come la copertura della plancia ed i rivestimenti dei sedili, adesso con nuovi tessuti. Tutto lo spazio vitale dei passeggeri ha subito un upgrade, per cercare di garantire una maggiore percezione della qualità, ed a tal proposito la plancia adesso è rivestita con dei materiali soft-touch proprio per restituire una percezione tattile diversa.

SISTEMI ELETTRONICI

Per cercare di adeguarsi alle varie richieste che adesso affollano il mercato, soprattutto in termini di elettronica e sistemi di sicurezza attiva e passiva, l'idea è quella di dotare le auto di una serie di sistemi ADAS (leggi come funzionano i sistemi di sicurezza ADAS): di fatto sono una sorta di preludio delle auto a guida autonoma, perché permettono all'auto stessa di portare a termine una serie di azioni (quasi) senza l'intervento del conducente. Per citarne uno su tutti, ad esempio, la nuova Renault Clio è stata dotata dell'assistenza al parcheggio, così da portare a termine in completa autonomia le manovre di parcheggio senza che la persona seduta al posto di guida debba domandare il volante.

COME VA...A GPL

Senza ombra di dubbio la parte più interessante del nostro test è stata la prova del motore da 0.9 litri, un tre cilindri turbo TCe con doppia alimentazione benzina/GPL (ti consigliamo di leggere il nostro speciale #SicurEDU per conoscere tutti i segreti degli impianti GPL). Il classico commutatore posto alla sinistra del volante mostra l'alimentazione scelta e quanto GPL è rimasto nel serbatoio da 34 litri effettivi, un po' retrò come stile considerando che l'impianto è montato direttamente in fabbrica: avrebbero potuto fare di meglio per integrarlo direttamente nella plancia, senza dare l'impressione che sia un impianto montato in secondo momento. Il motore si accende sfruttando la benzina quando è freddo e passa quasi immediatamente a GPL, carburante che se selezionato riutilizza per l'accensione in caso ci si fermi con lo Start&Stop. Basta inserire la marcia e partire, praticamente nient'altro. La frizione stacca molto in alto ma è agevole da azionare, così come il volante è comodo e non richiede sforzi particolari per ruotare, ma il confort di marcia è decisamente interessante. Non è di certo un'auto con delle particolari velleità sportive, su questo non ci piove, ma i 90 cavalli fanno il loro dovere per trasportare senza timore anche quattro persone, con uno spunto discretamente buono se si affonda completamente l'acceleratore in prima e seconda marcia. La rotondità di funzionamento del TCe 0.9 viene sottolineata anche da un settaggio sospensivo che assorbe bene le asperità, senza sobbalzi di sorta (e fortunatamente, perché quando le sconnessioni sono più importanti si può avvertire qualche scricchiolio provenire dagli accoppiamenti), ma che non teme qualche curva nel misto stretto affrontata a velocità leggermente più sostenuta ma sempre entro i limiti. In definitiva godersi una gita fuoriporta non è un problema con questa Clio, considerando anche l'abbattimento del costo del carburante calcolato con gli attuali prezzi al litro del GPL (leggi di quelli che sono i costi, i vantaggi e gli svantaggi della auto a metano e GPL), quindi pare avere ancora una volta le carte in regola per attirare quella clientela giovane e che preferisce un'auto tuttofare ad un prezzo grossomodo accessibile.

PREZZO

La motorizzazione TCe 0.9 GPL è disponibile solo sui primi due livelli di equipaggiamento della nuova Renault Clio, il LIFE e lo ZEN (quest'ultimo provato da noi), con un delta di prezzo di 1.500 euro in più rispetto a chi preferisce avere lo stesso motore ma con la sola alimentazione a benzina: chi ha intenzione di portarsela a casa sappia che saranno necessari circa 15.350 euro per l'allestimento base, mentre si sale a quota 16.850 euro per il gradino successivo. Chi invece sarebbe intenzionato alla Renault Clio Sporter, un totale del 16% degli acquirenti Clio nel 2016, potrebbe rimanere deluso dal sapere che questa motorizzazione ad alimentazione combinata non sarà disponibile per la station wagon.

Pubblicato in Prove su Strada il 10 Febbraio 2017 | Autore: Claudio Anniciello


Commenti

Salone di Ginevra 2017, ultime novità

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri