Nuova Mercedes Classe E: prova su strada

Il grande classico di Mercedes si rinnova con un comfort da primato e consumi contenuti grazie al cambio automatico a 9 marce e al nuovo motore Diesel

Nuova Mercedes Classe E: prova su strada
La Classe E è uno dei grandi classici di Mercedes Benz e nell'anno appena concluso è stata oggetto di una profonda riprogettazione. Motori più efficienti, passo aumentato e peso minore (nonostante una carrozzeria allungata): questi gli ambiti dove si è lavorato di più. Dal punto di vista estetico la calandra è sempre molto ampia ed è disponibile in due versioni: a 3 lamelle con la classica stella Mercedes sul cofano motore oppure con la stella a tre punte direttamente sulla calandra. Altre novità riguardano il disegno del cofano e dei parafanghi anteriori oltre che i nuovi fari a LED e i gruppi ottici posteriori, anch'essi completamente a LED. Per quanto riguarda le motorizzazioni i Diesel sono due: un 2.0 common rail declinato in due livelli di potenza (150 e 195 CV) e un 3.0 V6 da 258 CV. I motori a benzina sono un 1.6 da 156 CV, un 2.0 declinato in tre livelli di potenza, 184 CV, 210 CV e 245 CV ed infine un 3.5 V6 che eroga 333 CV. Gli allestimenti disponibili sono 5: Sport, Business Sport, Exclusive, AMG Line, Premium Plus.

IN OFFICINA

La Mercedes Classe E è lunga 4 metri e 93 centimetri, larga 1 metro e 85 (2 metri e 6 centimetri se consideriamo gli specchietti) ed ha un passo di 2 metri e 93 cm. Il motore è un quattro cilindri turbodiesel common-rail di 1950 cc di ultima generazione che eroga 194 CV ed ha una coppia di 400 Nm. Massima attenzione è stata posta sulla riduzione dell'attrito: ad esempio è stata utilizzata una combinazione tra i pistoni in acciaio e basamento interamente in alluminio mentre il rivestimento delle canne cilindro è depositato con il metodo che la casa di Stoccarda chiama "Nanoslide". Il cambio automatico 9G-TRONIC a 9 rapporti è l'unica opzione disponibile al momento: da marzo 2017 sarà disponibile anche il cambio manuale. Le sospensioni sono a ruote indipendenti con quelle anteriori costituite da bracci in alluminio con triangoli sovrapposti e braccio superiore alto e multilink al retrotreno. La stella a tre punte che si trova sulla calandra ospita il sensore radar che si occupa di controllare la distanza dal veicolo che precede.
Salone di Ginevra 2017, ultime novità

INTERNI

L'abitacolo della nuova Classe E, molto raffinato grazie all'utilizzo di materiali di ottimo livello, ha un design moderno e risulta molto meno austero rispetto alle passate generazioni. Eccellenti il disegno e i materiali dei pannelli interni degli sportelli. Il quadro strumenti è costituito da due indicatori principali analogici di dimensioni generose e dall'ottima grafica, per tachimetro e contagiri: tra i due è presente un display per il computer di bordo. Il volante ha un'ottima ergonomia: sulle razze troviamo due piccoli quadrati a sfioramento, che ricordano nel funzionamento il pulsante degli smartphone Blackberry, e che gestiscono sia il display del quadro strumenti sia il display del sistema infotainment. La tradizionale leva del cambio automatico è stata sostituita da un'apposita leva sulla destra dello sterzo che permette di liberare spazio sul tunnel centrale; se si vuole utilizzare il cambio in modalità semi-automatica, si possono selezionare i rapporti al volante tramite gli appositi paddles. Il comando del freno di stazionamento elettrico (se vuoi sapere come funziona un freno di stazionamento elettrico e quali problematiche può avere leggi qui) avviene tramite pulsante e si trova sulla plancia a sinistra del volante: sparisce perciò il classico freno di stazionamento a pedale che avevamo più volte criticato in occasione delle prove su strada delle berline di Stoccarda. Per quanto riguarda la plancia, al di sotto del display da circa 8 pollici del sistema infotainment, troviamo quattro bocchette d'aerazione circolari regolabili e, più in basso, una fila di comandi per il controllo della climatizzazione. Ancora più in basso troviamo una fila di pulsanti per la selezione delle sorgenti dell'impianto infotainment e per attivare l'hazard: al centro di questa serie di comandi è incastonato anche un orologio analogico. Completano il tunnel centrale un vano portaoggetti, la manopola di interfaccia per il sistema infotainment, il comando del volume dell'impianto audio costituito da un poco pratico cilindro rotante e il bracciolo centrale con vano portaoggetti al quale si accede tramite due sportelli incernierati longitudinalmente. L'illuminazione dell'abitacolo, infine, è affidata a dei LED con 64 colorazioni selezionabili da display che illuminano plancia, tunnel centrale, sportelli e vani per i piedi. Per quanto riguarda l'abitabilità i passeggeri posteriori godono di ampio spazio per le gambe ma, dal punto di vista dello spazio laterale, il divano posteriore è da considerarsi solo per due persone.

SU STRADA

Buona la visibilità in marcia mentre manovra è fondamentale l'aiuto della telecamera e dei sensori di parcheggio. Ottima la visibilità notturna: i fari a LED garantiscono un'ottima illuminazione e, grazie anche alla presenza della funzione fotocromatica per tutti i retrovisori, la vista non si affatica nemmeno dopo molte ore di guida. Su strada si viaggia nel comfort assoluto anche sulle buche impegnative. L'assetto è abbastanza morbido ed in curva i trasferimenti di carico sono importanti. Lo sterzo è molto progressivo ma non è molto reattivo. La frenata è ottima: il pedale del freno è molto morbido ma trasmette un buon feeling. La nuova Classe E, anche in considerazione della presenza degli pneumatici invernali, si è rivelata quindi una macchina sincera. Per quanto riguarda le prestazioni, il motore ha un'ottima coppia che garantisce una guida in scioltezza; discreto l'allungo. In modalità Sport il motore tende a stare un po' su di giri e, una volta superati i 3 mila giri/minuto, il suono, comunque gradevole, inizia a sentirsi anche nell'abitacolo. A tal proposito c'è da complimentarsi con Mercedes per la riduzione della rumorosità al minimo del propulsore che in passato avevamo più volte criticato. Per quanto riguarda la trasmissione il cambio 9-GTronic è di assoluto riferimento tra i cambi a 9 velocità: molto fluido nell'esercizio normale siventa un po' brusco solo in modalità sport. Molto lunga la nona marcia tant'è che la classe E riesce a viaggiare a 130 km/h a soli 1500 giri/minuto. Il consumo medio rilevato è stato pari a 6,4 litri/100 km.

INFOTAINMENT

Lo schermo del sistema ha una diagonale di 21,3 centimetri ad alta definizione. La funzionalità e la grafica del navigatore, Garmin MAP PILOT, sono all'altezza della classe della vettura; spicca ad esempio quella che ottimizza le strade utilizzate in viaggio, per ridurre al minimo il consumo di carburante e le emissioni e quella che ingrandisce automaticamente la visione, quando la vettura si avvicina a un incrocio, sia in autostrada e sia nelle strade secondarie, per rendere più evidente il percorso successivo; molto chiara l'indicazione del percorso. Inoltre sulla Classe E sono di serie i servizi di base Mercedes Me Connect e il sistema di chiamata di emergenza Mercedes-Benz; i servizi Remote Online, come ad esempio la localizzazione veicolo, sono invece disponibili a richiesta. Altre app disponibili collegando la vettura a Internet tramite smartphone sono quelle per ottenere informazioni sulle condizioni meteo, per ascoltare un'Internet radio o per cercare destinazioni . L'impianto audio montato sulla vettura si chiama Audio 20 USB con doppio sintonizzatore e collegamenti USB e con schede SDHC oltre che tramite Bluetooth. Molto buona la qualità audio del sistema che rende un vero piacere ascoltare la musica qualsiasi sia la sorgente utilizzata; molto buona anche la qualità del vivavoce.

SICUREZZA

La nuova Mercedes Classe E ha ottenuto le 5 stelle nel test di valutazione Euro NCAP. La dotazione prevede 9 airbag, compreso quello per le ginocchia del guidatore, di ABS con BAS Plus e di ESP. Presenti Distronic Plus e il Pre-Safe mentre la funzione Impulse Side (che allontana i passeggeri dalle zone d'impatto utilizzando dei cuscini d'aria integrati nei sedili che si gonfiano al bisogno, è optional. Presenti il Lane Assist e il Drive Pilot, che permette di seguire l'auto che precede fino alla velocità di 210 km/h, dove la legge lo permette, così da ovviare alla mancanza di strisce, fattore che manderebbe in crisi un normale software di mantenimento della corsia. Disponibile anche l'Intelligent Light System che sfruttando i fari con tecnologia Full LED gestisce automaticamente gli abbaglianti con transizioni graduali oscurando una parte del cono luminoso in presenza di veicoli che precedono o che viaggiano in senso contrario; le luci anabbaglianti subiscono, invece, una regolazione adattiva dell'assetto. Presenti anche i retrovisori fotocromatici.

CONCLUSIONI

La nuova Mercedes Classe E garantisce livelli di silenziosità e di comfort di assoluta eccellenza, a nostro parere al vertice della categoria. Il prezzo di vendita, comprensivo di IVA, parte da 52 mila 490 Euro ai quali bisogna aggiungere, a titolo indicativo secondo Mercedes, 1260 Euro di messa su strada (leggi qui cosa hanno stabilito la corte di giustizia Europea rispetto a questo tipo di pratica commerciale).
SicurAUTO.it ringrazia l'officina Antares di Santa Palomba per la gentile collaborazione
 
 

Pro

  • Sicurezza al top
  • Comfort di ottimo livello
  • Consumi contenuti

Contro

  • Prezzo notevole
  • Al prezzo di listino bisogna aggiungere 1260 Euro di messa su strada
 

Pubblicato in Prove su Strada il 02 Febbraio 2017 | Autore: Pietro Cristino


Commenti

Salone di Ginevra 2017, ultime novità

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri