Denso investe 75 milioni di dollari negli USA per la guida autonoma

Per guida autonoma e cybersecurity non c'è soltanto la Silicon Valley: Denso sceglie Detroit per investire 75 milioni di dollari

Denso investe 75 milioni di dollari negli USA per la guida autonoma
Le automobili cambieranno e tutto ciò che ruota loro intorno seguirà (o precederà) questo mutamento, con le Case e i loro Fornitori a confrontarsi con elementi nuovi, alcuni inimmaginabili qualche anno addietro. L'orizzonte temporale del quale si parla non è quello degli anni '60 e neanche quello dei '90: si tratta infatti di questo secolo. Quale Costruttore poteva mai pensare, per esempio, di poter aggiornare un'automobile tramite Internet? Gli upgrade Over The Air sono infatti arrivati nell'elettronica di consumo soltanto nel 2011, con il sistema operativo iOS5 degli iPhone. Anche se ad oggi è soltanto Tesla ad usare gli OTA per le funzioni primarie delle automobili (leggi che il sistema di infotainment Sync 3 di Ford si aggiornerà in modo OTA), è facile pensare ad una diffusione ulteriore di questa modalità di aggiornamento in un'ennesima dimostrazione della potenza della Silicon Valley. Eppure l'area di Detroit, che più classicamente automobilistica non si può, conferma la sua attrattività: Denso l'ha infatti scelta per un suo importante investimento in strutture per i test.

NUOVE APPLICAZIONI, NUOVI TEST

Il comunicato stampa parla dell'intenzione di Denso di promuovere l'innovazione nel cuore dell'industria automobilistica del Nord America. Questa idea si concretizzerà in un importante investimento, 75 milioni di dollari, per espandere DENSO International America (DIAM), che è il quartier generale del branch nordamericano di DENSO con sede a Southfield, nel Michigan; interessato è anche un ufficio distaccato, situato a Dublin, nell'Ohio.
Il risultato finale è un aumento dei dipendenti di queste strutture pari a circa circa 133 dipendenti nei prossimi 3 anni: si tratta di talenti di alto livello che progetteranno e forniranno avanzate soluzioni di mobilità.

COLLABORAZIONI DI LIVELLO

L'Azienda entrerà così in contatto con l'evoluta e talentuosa "comunità" automobilistica del Midwest, collaborando con la Michigan Economic Development Corporation (MEDC), l'Ohio Development Services Agency (ODSA) e la City of Dublin. Il presidente del Consiglio di amministrazione del DIAM, Kenichiro Ito, ha dichiarato che "questo è il primo di una serie di investimenti focalizzati alla creazione del futuro della mobilità attraverso i migliori talenti e la promozione della nostra cultura dell'innovazione. L'espansione del nostro team e delle risorse ci aiuterà a concretizzare un futuro fatto di veicoli autonomi ed elettrici evoluti". Denso ha fiducia in quest'area e già nel gennaio di quest'anno, durante il Salone di Detroit (leggi delle novità del NAIAS 2017) e come riportato da Detroit Free Press, aveva annunciato l'apertura di un laboratorio di ricerca e sviluppo presso l'Università del Michigan a Ann Arbor.
La notizia, insieme a quella che l'Azienda (che è in parte di proprietà di Toyota) avrebbe reclutato personale durante le giornate dell'esposizione, si aggiunge alle molte altre che testimoniano dell'impegno finanziario e industriale di Denso nel Michigan.

UNA STORIA INDUSTRIALE

Il laboratorio di Ann Arbor si concentrerà sulle tecnologie automatica di sicurezza, come gli ADAS e la guida autonoma (leggi che Delphi si concentrerà sulle nuove tecnologie), e offrirà nuove opportunità di ricerca per gli studenti di ingegneria. Questo progetto era parte di un investimento complessivo di 1 miliardo di dollari nel Nord America, annunciato nel 2013. Da allora Denso ha dichiarato di aver superato quest'importo, avendo investito 1,2 miliardi di dollari. Ritornando alla notizia più recente l'investimento di 75 milioni di dollari a Southfield creerà 120 nuovi posti di lavoro in 3 anni e espanderà e rinnoverà gli impianti di ricerca e sviluppo per avvicinare il futuro della mobilità, concentrandosi sulla sicurezza di marcia, sulla cybersecurity e sui veicoli autonomi (Sapevi che anche Valeo è impegnata nella guida autonoma?). L'investimento di 500 mila dollari a Dublin creerà invece 13 nuovi posti di lavoro nei prossimi in tre anni (ODSA fornirà altri 160 mila dollari in incentivi in base ai risultati) e coprirà la completa ristrutturazione della sede oltre all'aggiunta di altri 460 metri quadrati di superficie coperta nel campus. Lo spazio aggiunto supporterà l'attività di R & D nei settori Powertrain e Infotainment e il sito servirà anche come laboratorio di verifica e ospiterà le attività di validazione dei sistema Infotainment.

Pubblicato in Tecnica il 13 Agosto 2017 | Autore: Nicodemo Angì


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri