ZF: in arrivo l’airbag centrale tra i passeggeri anche in Europa

Un nuovo airbag proteggerà gli occupanti negli impatti laterali, il sistema ZF anticipa i requisiti più severi dei crash test dal 2020

ZF: in arrivo l’airbag centrale tra i passeggeri anche in Europa
ZF sta sviluppando, e a breve entrerà in produzione un nuovo sistema di airbag centrale, per la prima volta in Europa, ed andrà a proteggere gli occupanti in caso di impatto laterale. L'airbag centrale si apre nel lato interno del sedile lato guida, per evitare sia eccessivi spostamenti del corpo dell'occupante in caso di impatto sul lato opposto, sia il contatto fra i passeggeri anteriori nelle collisioni laterali.

SI METTE IN MEZZO

Andando a riempire lo spazio fra i due occupanti, l'airbag centrale ZF può anche permettere di modificare l'architettura degli interni dei nuovi modelli. Il tunnel centrale può essere notevolmente ridimensionato, demandando la stabilizzazione degli occupanti al nuovo airbag. Inoltre, essendo alloggiato sul lato interno del sedile, si troverà sempre nella giusta posizione per proteggere il pilota. Il sacco è trattenuto da un cavo di ritenuta, per permettere il corretto posizionamento e mantenerlo durante il proprio lavoro di protezione. Inoltre, il cuscino sarà gonfiato ad alta pressione, per sostenere le spalle ed evitare pericolosi colpi fra le testa degli occupanti anteriori, poi sgonfiandosi lentamente è utile anche in caso di ribaltamento.

NON SOLO NCAP

Entro il 2020 Euro NCAP modificherà il format del crash test laterale, (leggi qui l'attuale protocollo completo delle prove nei crash test) introducendo il passeggero anteriore, proprio per valutare la pericolosità del contatto fra gli occupanti anteriori in caso di incidente laterale. Questo nuovo airbag centrale ZF ridurrà di molto le possibilità di ferita. Inoltre l'utilità dell'airbag, specialmente per il lavoro di contenimento, sarà molto importante in caso di ribaltamento. Mantenendo saldamente in posizione il pilota, le lesioni per contatto con gli interni saranno molto limitate. Una soluzione relativamente economica che porterà importanti benefici in molti casi di incidente reale, non solo nei laboratori dei crash test.

GIA' PRESENTE IN USA E GIAPPONE

Nel 2013 GM introdusse una simile tecnologia sui propri SUV top di gamma: GMC Acadia, Buick Enclave e Chevrolet Traverse sono state le prime auto ad avere l'airbag centrale sui posti anteriori. Installato sul sedile del conducente, l'airbag protegge sia dal contatto fra gli occupanti anteriori, e contiene adeguatamente il conducente nel caso di impatto sul lato opposto. Toyota nel 2009 introdusse un airbag centrale sulla berlina top di gamma del mercato giapponese. Il sacco è posto sulla consolle che divide i due sedili singoli posteriori, oltre a questa applicazione non ne sono seguite altre. Mercedes-Benz nel suo prototipo ESF 2009 inserì un sistema basato su due imbottiture, che in caso d'impatto laterale si disponevano all'altezza della testa dei due occupanti posteriori, tuttavia l'applicazione rimase allo stadio sprimentale.

Pubblicato in Sistemi di sicurezza il 16 Giugno 2017 | Autore: Luca Comandini


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri