Camion troppo alti per vedere i pedoni: l’Europa vota la modifica della cabina

Le dimensioni dei mezzi pesanti minano la sicurezza dei pedoni. L’UE propone una cabina arrotondata e più bassa

Camion troppo alti per vedere i pedoni: l’Europa vota la modifica della cabina
Guidare un camion a due metri da terra non dev'essere per niente semplice soprattutto in città, dove si verifica il maggior numero di incidenti che coinvolge pedoni o ciclisti investiti da mezzi pesanti. La Commissione Trasporti del Parlamento europeo vuole introdurre una modifica alla cabina di guida per permettere al conducete di vedere anche le persone che attraversano proprio davanti al mezzo. A Londra, invece, il sindaco consentirà l'accesso ai soli mezzi pesanti che hanno delle protezioni laterali per i pedoni.

GLI ESTREMI SI SCONTRANO

Anche se ultimamente si sente parlare molto di crash test, stelle e sistemi tecnologici sulle auto di nuova omologazione, la sicurezza stradale è un argomento che coinvolge a 360 gradi anche i mezzi pesanti. Uno degli ultimi argomenti discussi dalla Commissione trasporti del Parlamento europeo riguarda proprio la compatibilità tra i due utenti della strada più diversi, pedoni e camion. La proposta di modificare la cabina di guida dei mezzi pesanti è una risposta ai dati sconfortanti di 4300 persone morte investite dai camion nel 2011. Il peso e le dimensioni di mezzi concepiti per il trasporto di merci restano dei fattori critici per la stabilità e la frenata. Ciononostante si stanno diffondendo anche sui mezzi pesanti sistemi attivi per il controllo della sbandata (vedi il sistema Volvo Stretch Brake). Se tagliare la lunghezza o il carico trasportabile di un camion sarebbe antiproduttivo, ci sono ampi margini per poter migliorare la visibilità del conducente sulla strada.

LE TELECAMERE NON BASTANO

Poiché sui moderni camion il motore è installato proprio sotto la cabina, gli occhi del conducente sono a  2 metri dal suolo. Ciò significa che quando i ciclisti o i pedoni attraversano nel traffico direttamente davanti al mezzo non vengono visti. Questo limite, secondo i parlamentari europei, potrebbe essere risolto definendo delle norme che impongono l'abbassamento del posto di guida e l'ampliamento di specchi retrovisori e di cristalli. Anche la forma squadrata della cabina è tra le azioni votate dai parlamentari europei per migliorare la sicurezza dei camion. Un frontale arrotondato aiuterà anche i camion a deviare più facilmente le auto nelle manovre e a vedere prima i pedoni intenti ad attraversare. Una soluzione in parte già adottata dai Costruttori impegnati nella riduzione di morti sulle strade che, secondo uno studio condotto dalla Commissione europea, potrebbe salvare la vita a 500 pedoni ogni anno. Sui mezzi pesanti più tecnologici, infatti, un sistema di telecamere a 360 gradi mostra al conducente tutto ciò che accade attorno al veicolo; peccato che quasi sempre è un optional caro o sottovalutato dai puristi delle manovre. A Londra, però, tutti mezzi pesanti superiori a 3,5 tonnellate, per poter circolare, dovranno avere dispositivi di sicurezza a protezione dei pedoni.

PROTEZIONI ANTI TRASCINAMENTO LATERALI

Gli autocarri senza dispositivi di sicurezza per proteggere i ciclisti e i pedoni saranno vietati a Londra; è l'annuncio di Boris Johnson, sindaco della Città di Londra, e del London Boroughs, l'insieme dei municipi amministrativi in cui è suddivisa la metropoli. Il divieto nasce dall'elevata incidentalità coincisa con il boom edilizio: nel 2011 sono stati investiti 16 ciclisti a Londra, 9 travolti da mezzi pesanti che in 7 casi erano adibiti al trasporto di materiale per costruzioni. Il regolamento del traffico vieterebbe ai mezzi pesanti senza dispositivi di sicurezza per ciclisti e pedoni di circolare sulle strade principali più trafficate dove si concentra circa il 45% di tutto il traffico pesante a Londra. Ogni veicolo superiore a 3,5 tonnellate dovrà essere equipaggiato di protezioni laterali per impedire che i ciclisti e i pedoni siano trascinati sotto le ruote (foto in alto), una funziona che già dovrebbero assolvere i parafanghi di plastica, spesso danneggiati o assenti. Un sistema di telecamere a circuito chiuso controllerà che non ci siano violazioni delle nuove disposizioni, appena ci sarà l'approvazione da parte del Dipartimento per i Trasporti inglese.

Pubblicato in Sistemi di sicurezza il 01 Aprile 2014 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri