Home > Pneumatici Auto > Pneumatici Sotto Controllo presenta Vacanze Sicure 2012

Pneumatici Sotto Controllo presenta Vacanze Sicure 2012

Al via l'iniziativa per rendere più sicure le strade in vista dell'estate. Più controlli e più informazione, soprattutto sull'argomento pneumatici

Categoria: Pneumatici Auto | 28 Aprile 2012
Un'auto con uno pneumatico visibilmente sgonfio

È stata presentata ieri mattina presso la sede del Compartimento Polizia Stradale Lombardia l'iniziativa Vacanze Sicure 2012, organizzata dalla Polstrada in collaborazione con "Pneumatici sotto Controllo", il marchio registrato di Assogomma e Federpneus impegnato da oltre 10 anni in attività a favore della sicurezza stradale. La presentazione è avvenuta a cura del dirigente del Compartimento, Tommaso Cacciapaglia, e del direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti.

FOCUS SU LOMBARDIA, CAMPANIA E SICILIA - Nell'ambito dell'iniziativa, la Polizia Stradale intensificherà i controlli sulle strade finalizzati ad accertare le condizioni delle gomme e, insieme ad Assogomma e Federpneus, sarà impegnata in azioni mirate di sensibilizzazione sull'importanza di guidare con gli pneumatici in ordine ai fini della sicurezza stradale. Vacanze Sicure 2012 si concentrerà in Lombardia, Campania e Sicilia, il che, ovviamente, non significa che in altre regioni gli agenti smetteranno di controllare gli pneumatici quando fermeranno gli automobilisti. La scelta di focalizzare i controlli su territori così diversi per morfologia e traffico, uno al Nord, uno al Sud e un'isola, è dovuta al fatto che in queste tre regioni si concentra quasi il 30% del parco circolante italiano e proprio le loro diversità permetteranno di tracciare un quadro attendibile del pianeta pneumatici rappresentativo dell'intera Penisola. I risultati serviranno a individuare le aree di criticità per poi perfezionare i controlli e mettere a punto iniziative informative mirate. Tommaso Cacciapaglia ha tenuto anche a sottolineare che i controlli non saranno ovviamente limitati alle sole gomme: "oltre al controllo dello stato di usura degli pneumatici - ha infatti dichiarato - la Polizia Stradale svolgerà verifiche sull'uso delle cinture di sicurezza nonché sull'efficienza dei veicoli. Infatti nonostante le autovetture siano costruite con sistemi volti a garantire sempre maggiore sicurezza, rimane imprescindibile il rispetto delle regole del Codice della Strada a cui detti controlli sono rivolti".

FORMAZIONE SPECIFICA DEGLI AGENTI - Il personale della Polstrada impiegato nei controlli è stato sottoposto a una formazione specifica curata da Assogomma che ha insistito particolarmente sulle marcature delle gomme e sulla loro omologazione, un aspetto, quest'ultimo, che è divenuto via via più importante con il crescere del fenomeno dell'importazione e della commercializzazione di gomme non omologate che non offrono garanzie sul rispetto dei requisiti di sicurezza previsti dall'Unione Europea. I controlli di Vacanze Sicure 2012 hanno preso il via ieri proprio da Milano dove l'iniziativa è stata presentata e proseguiranno fino a metà giugno.

I NUMERI DEL PROBLEMA PNEUMATICI - Nel corso della presentazione, Fabio Bertolotti di Assogomma ha esposto i numeri del panorama automobilistico italiano collegandoli al mondo degli pneumatici, nell'ambito del quale c'è ancora molto da fare. "Il parco circolante italiano - ha dichiarato - è di circa 49 milioni di veicoli di cui 37 milioni sono auto. L'età media, stimata al 31 dicembre 2010, è di circa 8 anni e 2 mesi con una tendenza ad aumentare anziché ridursi proprio in relazione a un minor numero di chilometri percorsi, anche per l'aggravio dei costi del carburante. Le decine di migliaia di controlli effettuati negli anni passati dalle Forze dell'Ordine hanno rilevato pneumatici lisci dall'8% al 10% dei casi e danneggiati visibilmente dal 3% al 10%, nonché quantità significative di gomme non omologate. A questo panorama, certo non confortante, vanno aggiunte le vetture che circolano con pneumatici sgonfi: da indagini effettuate si stima che la metà delle auto circoli con pneumatici sotto-gonfiati e di queste il 7-8% hanno pressioni di gonfiaggio inferiori del 20% a quella corretta, e quindi sono in condizione di possibile pericolosità. Pochi centimetri di gomma servono a garantire aderenza e tenuta di strada e sono perciò fondamentali per viaggiare in sicurezza. Il controllo della pressione e dello stato di usura sono buone norme di utilizzo degli pneumatici e questo anche in un'ottica di risparmio del carburante con conseguente salvaguardia dell'ambiente".

di Riccardo Celi

© Riproduzione Riservata
Gomme il giorno 30/04/2012 16:22 ha scritto:
avatar Gomme
Cosa c'è di meglio che un controllo prima di partire? Si viaggia sicuri e si evitano spiacevoli sorprese.
Vuoi partecipare alla discussione?
Puoi farlo indicando solo nome e indirizzo email (anonimo), oppure accedendo con il tuo account facebook o twitter cliccando sui due pulsanti corrispondenti.
   

Listino auto nuove

Le più cliccate

Audi A4

Audi A4 - wagon 5 Porte

€ 32.150 - € 53.220

BMW Serie 3

BMW Serie 3 - berlina 3 vol. 4 Porte

€ 30.550 - € 76.750

Audi A4

Audi A4 - berlina 3 vol. 4 Porte

€ 30.550 - € 51.620

Opel Astra

Opel Astra - wagon 5 Porte

€ 18.050 - € 30.250

Volvo V60

Volvo V60 - wagon 5 Porte

€ 30.450 - € 62.450