Mercedes rinuncia al Super Bowl: lo spot da 1 minuto vale 10 milioni

Mercedes Benz avrebbe deciso di puntare alla visibilità di Classe E cabrio e SLC piuttosto che spendere 1 milione in più per lo spot NFL

Mercedes rinuncia al Super Bowl: lo spot da 1 minuto vale 10 milioni
Mancano diciassette giorni al 50° Super Bowl che, per l'appunto, si terrà il prossimo 7 febbraio al Levi's Stadium di Santa Clara, in California, ma negli Usa la febbre per l'attesa è già altissima. La finale di campionato della National Football League è un appuntamento seguito da decine di milioni di telespettatori (la passata edizione è stata vista da 114 milioni di persone), perciò, siccome si parla di automobili, pensate a quanta attrazione c'è da parte dei Costruttori per dare visibilità ai loro "gioielli", grazie a spot (costosissimi) costruiti ad hoc per l'occasione. Man mano che la data della finale si avvicina, si scoprono le Aziende che decidono di investire nel Super Bowl e chi invece lo "snobba" per guardare altrove, proprio come farà Mercedes-Benz. Ecco i particolari, soprattutto economici.
LA STELLA A TRE PUNTE NON CI SARA' Mercedes-Benz (tirata "in ballo" nei giorni scorsi per lo scandalo "dieselgate"; leggi qui i particolari) ha deciso che non pagherà (e quindi non ci sarà) 10 milioni di dollari per avere un minuto di spot pubblicitario da mandare durante la finale del Super Bowl, edizione 2016, ovvero la 50esima della storia. L'annuncio ufficiale della mancata presenza della Casa della Stella a tre punte all'evento sportivo più importante negli Stati Uniti ancora non c'è stato, ma  sembra proprio che la volontà dei tedeschi sia quella di investire i 10 milioni di dollari diversamente, non buttandoli via in un solo minuto. Anche perché in questo momento la Mercedes-Benz si sta impegnando a "spingere" in tutto il mondo la nuovissima Classe E cabrio e la SLC, che hanno fatto bella mostra anche al Salone di Detroit. Nella scorsa edizione Mercedes-Benz aveva partecipato con uno spot (sempre molto "salato") dedicato alla nuova GT (foto sotto), visto da 114 milioni di persone interessate all'evento.
IL RITORNO DI MINI Un ritorno a questa edizione è quello della Mini (che negli Usa ha avuto vita difficile per le multe inflitte dalla NHTSA, leggi qui tutti i dettagli), che torna ad essere protagonista nello spot principale dell'evento. Per ben figurare, Bmw si è affidata all'agenzia Butler, Shine, Stern & Partners, affinchè lo spot presenti tutta la gamma, soffermandosi un po' di più sull'ultima arrivata, ovvero la nuova Clubman (foto sotto). I particolari tecnici, seppur ancora non ufficiali, parlano comunque di una durata dello spot di 30 secondi, da mandare in onda durante il terzo quarto della gara e costato alla Bmw 5 milioni di dollari, con un aumento dell'11% rispetto agli anni precedenti (nel 2014 la Casa tedesca aveva pubblicizzato l'elettrica i3). Nel frattempo, dal momento che i giorni che separano l'organizzazione dalla finale passano in fretta, molti Costruttori già hanno confermato la loro presenza al Super Bowl 2016 e tra questi figurano (oltre chiaramente alla Mini) l'Acura, l'Audi, la Honda, la Hyundai e la Kia, che manderanno in onda le loro pubblicità.
IL CONFRONTO CON IL 2015 Niente male la presenza dei Costruttori nella passata edizione, la numero 49, in cui a ritornare dopo quattro anni di assenza fu proprio la Bmw con la i3, protagonista di uno spot da un minuto costato probabilmente tra gli 8 e i 10 milioni di dollari. La passata edizione ha visto anche il ritorno di un'altra vecchia conoscenza del Super Bowl, ovvero la Nissan, che dopo ben 18 anni di lontananza decise di prenotare un doppio spazio pubblicitario. La Lexus fece parte della finale con la Suv NX, mostrata in uno spot di 30 secondi, mentre della Mercedes-Benz abbiamo già parlato. Per promuovere invece la Camry Model Year 2015, Toyota anche prenotò due slot, destinati poi ad altrettante pubblicità: nella prima la protagonista era la campionessa di snowboard paralimpico Amy Purdy, mentre il secondo filmato era dedicato ai grandi giocatori di football del presente e del passato ripresi assieme ai loro figli.

Pubblicato in Attualità il 21 Gennaio 2016 | Autore: Redazione


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri