Mercato Auto Europa: gennaio 2017 si chiude a +10.1%

Il mercato auto in Europa in avvio d'anno mostra evidenti segni positivi, grazie anche a 2 giornate lavorative in più gennaio 2017 chiude a +10.1%

Mercato Auto Europa: gennaio 2017 si chiude a +10.1%
Continua l'onda positiva per il mercato auto nell'area UE-EFTA, il mese di gennaio 2017 si chiude infatti con un significativo +10.1% (Leggi i numeri del 2016 quando in Europa sono state vendute 15 mln di auto). Determinanti sono state le performance di Italia, Germania, Francia, Spagna e UK le quali hanno immatricolato 66 mila vetture in più rispetto a gennaio 2016. Significativo è anche il fermento dei Paesi di fresca entrata nella UE, i nuovi membri dell'unione fanno infatti registrare una crescita pari al +17,4%.

INIZIO D'ANNO POSITIVO, OLTRE 1.2 MILIONI DI AUTO VENDUTE

I dati appena pubblicati da ANFIA  ci offrono un completo scenario sulla situazione del mercato auto europeo all'avvio del nuovo anno. La statistica prende in considerazione di dati di vendita dei Paesi della UE comprese le nazioni dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA) ed è possibile constatare l'immatricolazione complessiva di 1.203.858 di nuove autovetture. In termini percentuali si registra una crescita, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al 10.1%. Vivaci e promettenti sono le performance dei nuovi membri dell'Unione Europea, i quali hanno immatricolato, complessivamente 95.045 vetture, con una crescita del 17.4% (Industria italiana in ripresa, qui i trovi tutti i dati del 2016).

DUE GIORNATE IN PIU' PESANO SULLE IMMATRICOLAZIONI

Sulla positiva chiusura di gennaio hanno in parte inciso due giorni lavorativi in più rispetto al 2016, lo specifica il Presidente di ANFIA Aurelio Nervo nel suo commento: "È buona la partenza del mercato auto europeo nel primo mese del 2017, con una crescita a doppia cifra a cui hanno contribuito anche i positivi effetti di calendario, visto che diversi Paesi hanno beneficiato di due giorni lavorativi in più rispetto a gennaio 2016". Nervo ha inoltre evidenziato il "peso" dei 5 maggiori mercati europei, i quali hanno fatto registrare il 68.5% del totale immatricolato: "I cinque maggiori mercati pesano, nel mese, per il 68,5% del totale immatricolato. Quattro di essi presentano una crescita a doppia cifra: Spagna +10,7%, Francia +10,6%, Germania +10,5% e Italia +10,1%, mentre il Regno Unito chiude a +2,9%, con un rialzo più modesto dopo la crescita record registrata dal mercato nel 2016".

VOLKSWAGEN CONFERMA LA LEADERSHIP, FCA IN CRESCITA

Analizzando le performance dei grandi Gruppi industriali scopriamo che i tedeschi di Volkswagen confermano con il 24.1% la quota di mercato detenuta nel gennaio 2016; dietro la compagine di Wolfsburg si piazzano i francesi di PSA, i quali perdono 0.3 punti percentuali totalizzando una quota del 10.3%. (Se PSA dovesse acquistare Opel, diventerebbe il secondo Gruppo più forte d'Europa). Quota confermata anche per Renault Group il quale consolida il 9.1% dello scorso anno. Crescita per FCA che passa dal 6.8% del 2016 al 7,1% con 82.555 autovetture immatricolate in gennaio; il buon risultato è da attribuire alla crescita dei marchi Alfa Romeo e Fiat i quali registrano rispettivamente +31.4% e 17.3%. Significativo è invece il calo del 5.6% delle vendite di auto a marchio Jeep, il quale comunque rimane il secondo marchio, per volumi, del Gruppo FCA.

Pubblicato in Attualità il 17 Febbraio 2017 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri