Incidenti in autostrada: nel 2015 aumentano del 5,1%

Dopo anni col segno meno, tornano a crescere i sinistri autostradali: +5,1%. Con i feriti in aumento del 5,2%

Incidenti in autostrada: nel 2015 aumentano del 5,1%
I dati snocciolati dall'Asaps (Amici Polstrada) sono deludenti: in autostrada, nel 2015, crescono i sinistri del 5,1% i feriti del 5,2%, e anche le vittime del 2,4%. Secondo i dati dei rilievi della sola Polizia stradale, che opera in esclusiva sulla rete autostradale in convenzione, gli incidenti ammontano a 27.876 (compresi quelli con danni a cose), con un incremento del 5,1% rispetto ai 26.509 del 2014. Gli incidenti con feriti sono stati 8.046, con crescita una calo dell'1,9%  rispetto ai 7.893 dell'anno prima. I feriti sono stati complessivamente 13.567. Nell'anno appena trascorso, il numero delle vittime mortali ha toccato quota 251 complessivi sulla rete autostradale, un risultato negativo con 6 morti in più. Il numero degli incidenti mortali è stato complessivamente di 229, ben 22 in più rispetto ai 207 del 2014, quando furono di più quindi gli eventi plurimortali.

UNA DIFFERENZA, CON UN MOTIVO

Di recente, l'Istat parlava di numeri un po' diversi. Perché? La differenza può essere dovuta al fatto che i dati della Polizia stradale sono provenienti dai mattinali dei vari reparti e non tengono conto né dei decessi successivi all'evento, anche a distanza di giorni, né dei feriti che producono un referto in tempi successivi. Elementi questi che vengono invece raccolti nell'attività degli uffici infortunistica e segnalati successivamente all'Istat. Inoltre, in alcuni tratti autostradali della Sicilia, la Stradale non opera in convenzione e in esclusiva e i rilievi vengono effettuati anche dai Carabinieri e dalle altre Forze di Polizia. L'Istat poi raccoglie alla voce incidenti in autostrada i dati anche dei raccordi nei quali, in qualche caso, non opera la sola Stradale.

ALTRI NUMERI

Per chiarezza, non si deve fare nessun paragone neppure coi dati complessivi che riguardano tutte le strade italiane, città ed extraurbane incluse. Gli ultimi dati dell'Istat? In totale, nel 2014, calcolando solo i sinistri con feriti che hanno richiesto l'intervento delle Forze dell'ordine, si sono registrati in Italia 177.031 incidenti con lesioni a persone (181.660 nel 2013), che hanno causato un totale di 3.381 decessi (3.401 nel 2013) e 251.147 feriti (258.093 nel 2013). Lo scorso anno, in media, ogni giorno, si sono verificati 485 incidenti, sono morte 9 persone e ne sono rimaste ferite 688. In Italia, pesa molto l'incremento della mortalità stradale all'interno dei centri urbani (+5,4% rispetto al 2013), dove si concentrano il 75,5% degli incidenti e il 44,5% dei morti: vedi qui.

DATI DIFFERENTI

Al di là della contabilità della Stradale in autostrada, e dell'Istat (ovunque, ma solo con feriti), ci sono poi le statistiche delle compagnie assicuratrici. Che raccolgono anche i sinistri senza lesioni. Ebbene, qui si arriva a quantità stellari di incidenti: centinaia di migliaia l'anno. Numeri che variano anche in base al costo del carburante e alla disponibilità economica delle famiglie: più basso il prezzo alla pompa, e più gonfio il portafogli, superiori la percorrenza annua degli automobilisti e il numero di auto in circolazione, e in proporzione più elevata la possibilità di fare incidenti. Che comunque fanno sempre paura agli italiani: vedi qui.

Pubblicato in Attualità il 26 Gennaio 2016 | Autore: E.B.


Commenti

Il Listino di SicurAUTO.it

Sogni un'auto nuova? Consulta il listino prezzi e configura la tua auto