Il lavoro più bello? Per 8 su 10 in Tesla. La classifica delle aziende più stressanti

Ecco cosa pensano i dipendenti delle 18 maggiori aziende tecnologiche. “Tesla aiuta a migliorare il mondo” ma lavorare con Musk è stressante

Il lavoro più bello? Per 8 su 10 in Tesla. La classifica delle aziende più stressanti
Tra le maggiori 18 aziende tecnologiche al mondo non tutto è "rose e fiori" e visto che la perfezione non è di questa terra, PayScale ha indagato tra i dipendenti di queste realtà per capire il loro livello di soddisfazione o di insoddisfazione. Anche in questo caso saltano fuori curiosità interessanti su Tesla Motors e il suo "grande capo" Elon Musk.
QUALI DOMANDE Prima di tutto va chiarito il ruolo di PayScale, perché non tutti sono a conoscenza della sua attività. Si tratta di un'impresa che dà informazioni sugli stipendi delle attività lavorative nel mondo attraverso il suo sito internet, lanciato il primo gennaio del 2002; fu fondata da Joe Giordano, ex manager Microsoft, e da John Gaffney. Vi chiederete quali situazioni hanno spinto PayScale a "indagare" sulla realtà professionale dei dipendenti delle 18 aziende tecnologiche; ecco le domande che si è posta: come si fa a decidere se un particolare lavoro o datore di lavoro è buono o cattivo? Vale la pena lavorare per lui? L'azienda paga bene? Qual è l'ambiente di lavoro migliore? Si tratta di un lavoro particolarmente stressante? Ti senti gratificato?
L'OSSERVAZIONE PayScale ha così osservato 33.500 lavoratori delle aziende che vedete nel grafico sopra, li ha interrogati sui punti sopra scritti e su altri 9: guadagno medio ad inizio carriera, guadagno medio a metà carriera, età media dei lavoratori, età media dell'esperienza dei dipendenti; età della società, percentuale di presenza femminile, soddisfazione del lavoro, senso di appartenenza e livello di stress. Come avrete notato, tra le aziende prese in esame, c'è anche Tesla Motors, pertanto visto che principalmente ci interessiamo di motori, la curiosità da soddisfare sarebbe quella di scoprire cosa si prova a lavorare per Elon Musk (che non ha un carattere così tenero; leggi qui un aneddoto particolare). Così emerge che le società di Musk sono quelle che si distinguono per la soddisfazione del lavoro ma anche per l'alto livello di stress: in Tesla l'89% dei dipendenti ha riferito che il loro lavoro rende migliore il mondo, mentre in SpaceX lo ha detto il 92%. Ad ogni modo nelle stesse due aziende, rispettivamente il 70% e l'88% dei lavoratori considera la propria occupazione molto stressante.
LE ALTRE STATISTICHE Le aziende di Musk si collocano nelle posizioni più basse in termini di retribuzione. Tesla (che in Borsa non riesce a decollare, leggi qui il perché!) si classifica al 13° posto per la retribuzione media di inizio carriera, con 81.400 dollari, mentre SpaceX al 14° con 78.500 dollari. Per quanto riguarda le retribuzioni di metà carriera, Tesla batte solo IBM e HP, con 118.500 dollari, mentre in questo contesto SpaceX non ha dato informazioni, ma si è rilevato che il 73% dei suoi dipendenti è "estremamente soddisfatto" o "abbastanza soddisfatto" del proprio lavoro, così come il 70% dei dipendenti Tesla. I dati provenienti da PayScale sottolineano un fattore interessante e importante circa l'industria tecnologica: le donne sono rappresentate da percentuali di presenza molto basse. La più alta percentuale di donne dipendenti l'ha messa in evidenza eBay con il 43%, SpaceX e Tesla hanno fatto registrare soltanto un 14% e un 20%. Veniamo all'età media: in Tesla è di 30 anni (insieme con Google, Salesforce e Amazon), SpaceX con Facebook e LinkedIn ha la più bassa (29 anni). La più alta spetta ad HP (38 anni), mentre tutti i dipendenti intervistati avevano in media sei anni di esperienza nel loro campo.

Pubblicato in Attualità il 09 Marzo 2016 | Autore: Redazione


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri