Evans lavora poco: il nuovo presentatore di Top Gear accusato dai colleghi

L’erede di Jeremy Clarkson non ha solo i riflettori di Top Gear addosso: dedica poche ore al programma nonostante il contratto di 4,2 milioni

Evans lavora poco: il nuovo presentatore di Top Gear accusato dai colleghi
Chris Evans non dedicherebbe sufficiente tempo alla registrazione delle nuove puntate di Top Gear, stando alle indiscrezioni trapelate e catturate dagli stessi media britannici, poiché lavora solo poche ore al giorno sul set. Il presentatore si difende, ma il pubblico del celebre programma di motori pretende molto: l'eredità lasciata da Jeremy Clarkson pare essere un peso abbastanza grande...

SOLO QUATTRO ORE

Ogni giorno il presentatore principale di Top Gear per la BBC dedica alle registrazioni dello show solo quattro ore, dalle 10 del mattino fino alle 14 in punto, poi lascia lo studio per andare a prendere i figli. Questo atteggiamento ha cominciato ad infervorare tutti i media e non solo, data la caratura del programma lasciatogli in eredità da Jeremy Clarkson dopo la chiusura con la produzione (leggi cosa ha scatenato questa frattura). Il presentatore però scaglia qualche freccia dal proprio arco, sottolineando che la sua giornata comincia alle 4.45 del mattino, per prepararsi alla conduzione della sua trasmissione radiofonica in onda dalle 6.30 alle 9.30, e che quindi, dopo altre quattro ore di lavoro sul set di Top Gear, alle 14 sarebbe "completamente fritto".

CONTRATTO MILIONARIO SOTTO ACCUSA

Stando alle indiscrezioni il contratto di Chris Evans come principale conduttore dello show in onda sulla BBC gli frutterebbe, grazie ad un accordo triennale, un ingaggio di 3 milioni di sterline (pari a poco più di 3.8 milioni di euro al cambio attuale), che però al momento è sotto accusa: secondo Jonathan Isaby della TaxPayers' Alliance, gruppo che si preoccupa di portare avanti campagne contro le tasse ingiuste o troppo alte, con un ingaggio così alto non è giustificabile un orario di lavoro così esiguo e che gli spettatori paganti preferirebbero un po' più di umiltà. Intanto le riprese continuano e lo show andrà in onda a Maggio.

DA JEREMY A CHRIS

La rottura con il trio Clarkson/Hammond/May, dopo l'aggressione di Clarkson nei confronti di un addetto alla produzione, ha portato la BBC a dividere l'opinione pubblica sulla conduzione di un programma che ha raccolto 170 milioni di fan in tutto il mondo. La decisione sul "chi" avrebbe dovuto condurre il programma è caduta su Chris Evans, amico di Clarkson (che però non voleva registrare il programma, leggi qui perché), affiancato da Matt LeBlanc, Chris Harris, Eddie Jordan, Sabine Schmitz e Rory Reid. Intanto i tre precedenti conduttori sono già all'opera per registrare uno show....alternativo (leggi qui dove andrà in onda e guarda il video del loro primo esperimento).

Pubblicato in Attualità il 29 Marzo 2016 | Autore: Claudio Anniciello


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri