Camion più sicuri: li vuole l'Unione europea

La Commissione europea ha proposto nuove norme per consentire ai Costruttori di sviluppare camion più sicuri

Camion più sicuri: li vuole l'Unione europea
La riduzione dell'incidentalità passa anche attraverso mezzi pesanti più efficienti: infatti, la Commissione europea ha proposto nuove norme per consentire ai costruttori di sviluppare automezzi più aerodinamici "che permetteranno di ridurre i consumi del 7-10%, tagliare le emissioni di gas a effetto serra e di aumentare la sicurezza degli utenti della strada più vulnerabili".
MIGLIORARE L'AERODINAMICA La proposta della Commissione autorizzerà cabine con una forma arrotondata e l'uso di alettoni aerodinamici sulla parte posteriore del rimorchio: misure che, in teoria, miglioreranno l'aerodinamica del veicolo con un risparmio di 5.000 euro l'anno in spese di carburante per un tipico automezzo che opera su lunghe distanze e con una percorrenza di 100.000 chilometri. Questo tradurrà in una riduzione del 7-10% delle emissioni di gas ad effetto serra (o di 7,8 tonnellate di CO2 per lo stesso automezzo che opera su lunghe distanze e con una percorrenza di 100.000 km).
MAGGIORE VISUALE  Al contempo, stando al progetto della Commissione europea, migliorerà il campo di visibilità del conducente, contribuendo ogni anno a salvare tra 300 e 500 vite di utenti stradali vulnerabili, quali pedoni e ciclisti: ecco, almeno in teoria, l'obiettivo della Commissione, anche se siamo ancora lontani dalla messa in pratica di queste idee. Secondo Siim Kallas, vicepresidente e commissario per i Trasporti, "un mattone è la forma meno aerodinamica si possa immaginare, per questo è necessario migliorare la forma degli automezzi pesanti sulle strade".
DISPOSITIVI DI SERIE Ricordiamo l'mportante traguardo raggiunto da TRW, che si è aggiudicata il primo contratto di fornitura di telecamere per uno dei principali produttori europei di autocarri commerciali in vista dell'obbligatorietà dell'installazione di dispositivi di frenata di emergenza automatica. La normativa prevede l'obbligo di installazione di sistemi di sicurezza quali l'avviso di deviazione corsia (LDW, Lane Departure Warning) e il dispositivo di frenata automatica (AEBS, Advanced Emergency Braking System) su tutti i veicoli commerciali con un peso superiore alle 3.5 tonnellate, minivan e per gli autobus con più di otto posti a sedere. Dal 2015 questi dispositivi saranno obbligatori su tutti i mezzi pesanti di nuova immatricolazione. La telecamera, se combinata con un sensore radar, è in grado di permettere l'arresto d'emergenza del veicolo.

Pubblicato in Attualità il 18 Aprile 2013 | Autore: E.B.


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri