Il sorpasso, sicuri di farlo correttamente?

Il sorpasso, sicuri di farlo correttamente?
Attenzione: non parliamo del magnifico film con Gassman, ma della manovra più pericolosa per chi guida veicoli a motore. Sorpassare un altro veicolo è una manovra che facciamo molte volte a giorno: siamo sicuri di farla in modo corretto?
VALUTARE I PERICOLI - La pericolosità di tale manovra è dovuta molti fattori: cercheremo di analizzarli per sviluppare la tecnica migliore da usare. Occorre per prima cosa far notare un'ovvietà: nel sorpasso sono coinvolti due o più veicoli; le possibilità di sbagliare sono quindi doppie. Eh sì, anche chi è sorpassato è coinvolto in prima persona. Il codice della strada impone ai veicoli sorpassati l'obbligo di non accelerare e di accostarsi il più possibile a destra per lasciare più strada possibile.
Quello che non dice espressamente è, a mio parere, ancora più importante: OCCORRE SEMPRE E COMUNQUE AGEVOLARE LA MANOVRA. Può succedere che si venga sorpassati da automobilisti che hanno sbagliato i conti o che semplicemente sono più scellerati di noi: nostro compito è di aiutarli, rallentando o comunque lasciandogli più spazio possibile: non possiamo, ne dobbiamo, essere passivi alla guida, dobbiamo anticipare e prevedere errori anche se commessi dagli altri.
Chi invece sorpassa ha altri obblighi: verificare che vi sia spazio e visibilità a sufficienza, che la manovra sia consentita e che, comunque, non crei assolutamente pericolo. Se non siamo sicuri della manovra, desistiamo!

CALCOLARE LE GIUSTE DISTANZE

- Già, ma come si fa a calcolare lo spazio necessario alla manovra del sorpasso? Esistono varie formule matematiche in merito che di certo non possiamo utilizzare durante la guida; ve lo immaginate se ogni volta che lo facciamo stiamo là a pensare:"ehm, io vado a 80Km/h e lui a 40; la mia macchina è 3,90 metri ed riesce ad accelerare da 80 a 110 in 2,1 secondi... etc etc etc"?
E' in questo che ci viene in aiuto l'esperienza, la sensibilità e il colpo d'occhio: lo spazio che ci occorre dipende dalla differenza di velocità dei due veicoli e della lunghezza degli stessi. Maggiore è la differenza di velocità e meno spazio ci serve, maggiore è la lunghezza dei veicoli maggiore sarà lo spazio necessario per il sorpasso. Sarà il nostro cervello a fare i conti necessari automaticamente e ci darà il responso: se non siamo certi di farcela in tutta sicurezza, e questo vale ancor di più per chi ha poca esperienza di guida, NON dobbiamo assolutamente provarci... metteremmo in serio pericolo la nostra e l'altrui sicurezza.
Tale responso sarà utile anche in caso di guida con limitata visibilità (di notte, in galleria, con avverse condizioni metereologiche): DOBBIAMO esser ASSOLUTAMENTE certi di completare la manovra nello spazio di visibilità, cioè nello spazio che vediamo completamente...mai fidarsi di altri fattori. Ragionamenti del tipo: "sto in autostrada, c'è nebbia sì, ma cosa vuoi che ci sia più in là?"; "faccio questa strada cento volte al giorno, la conosco" o ancora peggio "di solito qui a quest'ora non passa nessuno, e poi non vedo le luci dei fari"; sono quelli che poi portano alle peggiori conseguenze!! L'ho già detto, ma come dicevano i nostri padri "ripetuta iuvant" non proviamo a sorpassare, piuttosto facciamolo con certezza e con sicurezza!!

LO SPECCHIETTO GIUSTO

- Tutto questo è' utile ai fini della sicurezza in fase di sorpasso , ma non bisogna tralasciare un "particolare" importante. Eh gia' perché' certe volte sono i "particolari" a fare la differenza. Il particolare in questione e' rappresentato dal fatto che esiste soltanto uno specchietto che riesce a dare l'esatta indicazione della distanza degli altri veicoli. Vi state chiedendo qual è'? Vi lascio con questo dubbio. Provate voi stessi a guardare i veicoli che vi seguono dallo specchietto centrale e da quello di sx, la risposta arriverà' da sola e vi resterà' senza dubbio più' impressa in mente. Ovviamente guardate SEMPRE anche l'ALTRO specchietto.

INIZIAMO LA MANOVRA

- Una volta poi che abbiamo accertato la fallibilità della manovra possiamo iniziare la stessa evitando alcuni errori comuni ma, nello stesso tempo, pericolosissimi. NON avviciniamoci mai troppo al veicolo davanti a noi, dobbiamo spostarci in anticipo in modo da poter frenare in caso di pericolo; sorpassi in scia stile Formula 1 sono da evitare nel modo assoluto. In autostrada poi, spostiamoci ancora prima, almeno 100-120 metri prima del veicolo da superare.
Sorpassiamo stando il più possibile lontano dall'altro veicolo, per evitare possibili urti laterali; se ci troviamo su strade strette, valutiamo con attenzione lo spazio che c'è. Una volta completata la manovra, lasciamo uno spazio adeguato tra noi e il veicolo sorpassato, evitando in ogni modo di stringerlo o di generare situazioni di pericolo. In questo caso l'esperienza fa sempre la sua parte, ma esiste anche un metodo molto pratico, veloce e soprattutto efficace: potete rientrare quando riuscite a scorgere l'intera sagoma del veicolo appena sorpassato attraverso lo specchietto centrale.

RAPIDITA' DELLA MANOVRA

- E' importante poi far notare altri fattori: il sorpasso deve esser fatto nel minor tempo possibile occupando la corsia il meno possibile. E' necessario quindi sfruttare tutta la ripresa del veicolo, innestando quindi una marcia bassa che ci permetta di accelerare velocemente. Questo pero' non significa esagerare con le marce basse, anche perché se in fase di sorpasso vi trovate ad un regime di giri/motore troppo alto potreste essere costretti a cambiare marcia, perdendo così secondi utili.

DA CHE LATO SI SORPASSA?

- Si sorpassa SEMPRE a sinistra: se in autostrada troviamo gente che va lentissima in seconda corsia e la prima è libera, aspettiamo che si sposti, magari lampeggiando per fargli capire l'errore, ma NON sorpassiamolo a destra: è PERICOLOSISSIMO! (Mi permetto di far notare quanto sia importante guidare a destra: NON SI PUO' guidare al centro della strada, neanche in autostrade a tre corsie per senso di marcia). Bèh, in effetti, il codice ammette la possibilità del sorpasso a destra, ma solo in tre ben specificati casi: in coda in file parallele; se il veicolo davanti a noi svolta a sinistra, però a bassa velocità; sorpasso del tram se questo viaggia al centro della strada. In tutti gli altri casi non è possibile farlo!

CONSIGLI UTILI

- Terminiamo questa parte con una considerazione: impariamo a farci vedere dall'altro automobilista, mettendo la freccia in ogni caso che vogliamo cambiare corsia (avendo cura di toglierla dopo aver effettuato il cambio di corsia), ed eventualmente usando moderatamente il clacson (non in città, mi raccomando!) o il lampeggio degli abbaglianti, pure se siamo certi che ci abbiano visto: tale abitudine non può farci male :-)
Infine vediamo quali sono i casi in cui non si può sorpassare, pure se, secondo noi, questo non causerebbe particolari problemi.
Non si può sorpassare:
- quando c'è il segnale divieto di sorpasso;
- quando per farlo bisogna superare la striscia continua;
- in curva, sulle salite dei dossi e in galleria su strade a due corsie e doppio senso;
- negli incroci (a meno che non siano regolati da semafori: in quel caso possiamo superare a bassa velocità);
- a destra (se non nei casi prima menzionati);
- sulle corsie di accelerazione e decelerazione;
- se un veicolo davanti a noi è fermo per dare la precedenza a pedoni o ciclisti (prestate molta attenzione ai veicoli fermi in prossimità delle strisce pedonali e/o semafori, perché' i pedoni potrebbero non essere visibili immediatamente ai vostri occhi);
- se non c'è visibilità o spazio a sufficienza (ricordatevi che, di sera, basandovi soltanto sui fari, e' più difficile calcolare la velocità' degli altri veicoli e, di conseguenza, lo spazio utile per la manovra di sorpasso);
- se un veicolo che ci procede o ci segue sta iniziando la stessa manovra;
- in scia ad altri veicoli;
- in terza posizione, cioè sorpassare un veicolo che ne sta sorpassando un altro (tranne nelle strade a 3 corsie).
Abbiate cura di voi stessi e di chi vi circonda


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri