Il navigatore JLR va "fuoristrada": arriva l’aggiornamento gratis per un nostro lettore

Mappe vecchie e percorsi offroad con il navigatore Jaguar Land Rover: l’aggiornamento concesso al nostro lettore potrebbe risolvere i guai dei clienti

Il navigatore JLR va
Continua la rassegna dei casi dell'Esperto di SicurAUTO.it al fianco degli automobilisti e stavolta possiamo riportarvi con un barlume di speranza il caso del navigatore satellitare Jaguar Land Rover che non sempre mantiene la "retta via" e in alcuni casi spingerebbe il conducente a lasciare l'asfalto in favore di stradine sterrate e percorsi fuoristrada imbattuti. Tra gli altri problemi che ci sono arrivati in redazione si contano casi di malfunzionamento del sistema ma soprattutto l'impossibilità di recuperare la piena funzionalità del navigatore satellitare anche scaricando l'aggiornamento a pagamento. Consapevoli del rischio di trovarsi a dover gestire situazioni di guida inaspettate in fuoristrada e non sempre adatte all'auto abbiamo contattato Jaguar Land Rover Italia che inizialmente ha dato la colpa a chi produce le mappe ma dopo alcuni scambi di email ha concesso a un lettore di SicurAUTO.it di poter provare sulla sua Jaguar XF il più recente aggiornamento scaricandolo gratis. Ma procediamo con ordine ripercorrendo i passi principali di una vicenda che riguarda tutti i clienti Jaguar Land Rover alle prese con un navigatore satellitare poco affidabile.

Aggiornamento del 10 maggio 2017
Il lettore Sig. Fraschetti, riporta la sua esperienza dopo l'aggiornamento gratuito del navigatore accordato dalla Casa. I dettagli in fondo all'articolo.

MOLTA SCENA POCA SOSTANZA

Nel corso delle nostre prove su strada (leggi qui il test della Jaguar XF D 30) abbiamo più volte verificato e segnalato le carenze  di certi sistemi di navigazione montati in origine da svariate Case automobilistiche. L'aspetto è un po' paradossale se si considera che tale accessorio, ormai irrinunciabile, in molti casi è un optional proposto a caro prezzo senza che vi sia un reale valore aggiunto rispetto ai più economici navigatori commerciali o alle app per smartphone che il più delle volte offrono prestazioni ben superiori. Il panorama delle inadeguatezze di tali sistemi, quasi sempre identificati con scenografica terminologia inglese, è molto ampio: si va dalla grafica degli schermi touch poco intuitiva, ai sistemi non touch inutilmente macchinosi e quindi poco pratici, ai comandi vocali inefficaci e talvolta comici nella loro bizzarra interpretazione. Per non parlare delle istruzioni vocali mal tradotte, pronunciate da improbabili voci elettroniche e delle mappe non aggiornate e conseguenti errate indicazioni durante la marcia. Non di rado, per certe zone, l'anzianità delle mappe risulta pluridecennale, anche in grandi città come Roma, vista l'assenza di numeri civici esistenti da circa 40 anni. In tutta evidenza, il quadro che emerge è deludente e poco rassicurante ma soprattutto non accettabile poiché l'utilizzatore non può fare affidamento su un sistema solo sulla carta evoluto ma dal costo non indifferente. Nemmeno blasonati marchi premium sono esenti da tali problemi, come dimostrano le segnalazioni di  alcuni nostri lettori possessori di prestigiose Land Rover e Jaguar che riportiamo di seguito.

LE EMAIL DEI NOSTRI LETTORI E CLIENTI JLR

Il Sig. Giuseppe Marzano si fa portabandiera del problema che fa tanti proseliti su un social dedicato e ci scrive:
Sono moderatore del forum italiano Land Rover Discovery Sport. Tra i tanti problemi che affliggono le Discovery Sport, sicuramente uno dei più fastidiosi e potenzialmente pericolosi è quello del sistema di navigazione. Perfino il blasonato Meridian con schermo touch da 10", deve cedere il passo all'efficienza di app per smartphone gratuite o dal costo contenuto. L'algoritmo del navigatore di serie od optional, infatti, costringe puntualmente ad indesiderate escursioni in fuoristrada, pur avendo scelto di eliminare dal calcolo strade non asfaltate. Il problema del navigatore affligge praticamente tutti i possessori, la Casa madre si limita a generici rinvii all'officina. Posso assicurare che l'aggiornamento delle mappe e del software di gestione del sistema non hanno modificato assolutamente nulla; il problema persiste ed è fonte di rischi per chi si avventura in stradine sconosciute.
Anche il Sig. Enrico Fraschetti, possessore di Jaguar XF 3.0 V6 D immatricolata il 20/03/2015, lamenta problemi ed invia alla Casa e in copia a SicurAUTO.it la seguente e-mail.
Nel comportamento complessivamente soddisfacente della mia Jaguar XF 3.0 D, la funzionalità del  navigatore ha rappresentato da sempre una nota stonata, probabilmente originata dalla vetustà delle mappe originali. Infatti, il cd originale è palesemente ben più arretrato della presumibile data di produzione della vettura come mi induce a pensare la frequente misconoscenza di rotatorie, sensi unici etc., che forse per effetto a cascata e/o per intrinseca scarsa capacità di elaborazione, si traduce in suggerimenti spesso impropri e fuorvianti con effetto negativo sulla sicurezza ovvero sulla più importante ragione di essere navigatore. Personalmente, spesso e volentieri per raggiungere la meta impostata ho dovuto chiedere indicazione ai passanti, non prima però di aver disattivato il navigatore per evitare commenti imbarazzanti da parte dell'importunato di turno. Per risolvere il problema circa un anno fa mi è stato suggerito di attendere l'emissione di nuove mappe ma, anche in base alla perplessità trapelata dai tecnici della rete Jaguar da me interpellati, non ho ritenuto risolutiva la suddetta soluzione. (...) Dopo un altro giorno di silenzio del customer service, ho richiamato di nuovo e questa volta ho parlato con un operatore ancora diverso (il terzo!) il quale, in maniera professionale ma anche apprezzabilmente sincera, mi ha fatto capire che quel problema non era solo mio e che alla Jaguar sono da tempo impegnati per trovare una soluzione soddisfacente. Ritengo quindi dovuto un intervento della casa costruttrice atto a risolvere il problema poiché, a detta di altri possessori, a ben poco è servito l'acquisto di un "nuovo" aggiornamento tramite i canali ufficiali della Jaguar Italia." Resto quindi in fiduciosa attesa di una risposta - questa volta scritta - nella convinzione che gli addetti ai lavori dell'area tecnica e coloro ai quali è demandata la comunicazione e l'immagine tengano al prestigio ed alla serietà del loro marchio di appartenenza in misura almeno pari a quell'orgoglio di possesso che continua a rappresentare un elemento determinante nella scelta di acquisto di una Jaguar.
L'Ufficio Stampa di Jaguar Land Rover Italia, da noi interpellato, ci ha così risposto:
In relazione alla  vostra segnalazione,  eccoci ora a fornirvi il feedback atteso  ricevuto dai nostri colleghi post vendita.Certamente, vorremmo, innanzitutto, esprimere il nostro rammarico per quanto segnalato da alcuni clienti in merito al sistema di navigazione InControlTouch.
Ciò premesso, dopo aver prontamente  condiviso il contenuto della suddetta segnalazione con i nostri colleghi del Centro Relazioni Clienti che, a loro volta, si sono attivati per le opportune verifiche del caso, ci preme ora sottolineare che tutte le nostre vetture vengono equipaggiate con l'ultima versione delle mappe disponibile al momento della produzione del mezzo, e che, successivamente, è possibile per i Clienti scaricare degli aggiornamenti a pagamento direttamente sulla scheda SD mediante il software IncontrolTouchMapUpdater (https://landrover.naviextras.com) o recandosi in concessionaria.
Dobbiamo, anche doverosamente sottolineare che Jaguar Land Rover Italia S.p.A. non è il diretto produttore delle mappe e che tale servizio è affidato ad una società terza specializzata. Tale società, così come tutte le società produttrici di cartografia, utilizza un numero elevato di fonti per la costruzione del database del sistema di navigazione. Per tale ragione, le informazioni ed i dati proposti dai vari aggiornamenti sono suscettibili di miglioramento continuo.
Tuttavia, al di  là delle precisazioni  sopra indicate che ci premeva fare, vogliamo assolutamente ribadire che le segnalazioni dei  nostri Clienti sono per noi  sempre di fondamentale importanza, soprattutto nei casi in cui esse  esprimono un disagio che, seppur non direttamente riconducibile ad un problema della vettura, indubbiamente  producono un impatto negativo sull'esperienza di utilizzo dell'auto e questo non può che  dispiacerci. 
Per questo,  proprio nell'ottica di massima attenzione verso i propri Clienti e di miglioramento continuo dei processi di Customer Experience che Jaguar Land Rover persegue da anni, stiamo gestendo, attraverso il nostro Centro Relazioni Clienti  (CRC JAGUAR: numero verde 800016005 - CRC LAND ROVER: numero verde: 800904400) segnalazioni di questo tipo per poter raccogliere, direttamente dai Clienti, informazioni ed evidenze  dettagliate dei percorsi lungo i quali si è sperimentata la  suddetta anomalia di funzionamento. Il nostro Centro Relazioni Clienti avrà cura di raccogliere e trasmettere alla società produttrice della cartografia tali evidenze.

ARRIVA L'AGGIORNAMENTO GRATIS PER IL NOSTRO LETTORE

Dopo alcuni giorni di intensi contatti anche tra SicurAUTO.it e Jaguar Land Rover Italia, il Sig. Fraschetti ci informa di aver ricevuto pressoché analoga risposta  alla sua prima e-mail ed ha replicato come segue alla Direzione Assistenza Jaguar Land Rover Italia. La replica del nostro lettore ha portato all'ottenimento dell'ultima versione software del navigatore su cui vi daremo presto un ben più dettagliato riscontro.
Entrando nel merito della  vs. risposta, viene premessa la disponibilità dell'aggiornamento a pagamento del software, possibilità da me ben conosciuta e scartata perché non risolutiva, come peraltro confermato dal Numero Verde in occasione della mia terza telefonata nonché dai vari tecnici della rete di assistenza Jaguar da me interpellati.
Passando al fatto che le mappe non sono di "produzione" Jaguar, questo vale anche per gli altri marchi automobilistici, per cui trovo questa vostra sottolineatura assolutamente ininfluente a meno che essa non vada interpretata come una dichiarazione di impotenza della Jaguar/Land Rover di fronte alle carenze di un prodotto acquisito da un fornitore esterno.
-          Non ritengo spetti a me possessore di una Jaguar prendere appunti in merito alle zone critiche anche perché, vista la ricorrenza delle anomalie, dovrei effettuare delle soste a dir poco frequenti per prenderne nota.

-          Il problema di funzionamento del  navigatore installato dalla Jaguar/Land Rover è ben noto anche a Voi e segnalato anche pubblicamente da molti altri utenti.

-          Se Jaguar Italia intende verificare la fondatezza delle lamentele relative al navigatore della XF ritengo che abbia tutti i mezzi per raggiungere lo scopo in maniera ben più discreta e meno fastidiosa per i clienti. Ad esempio, può farlo tramite gli uffici tecnici della casa madre sia tramite la propria rete assistenziale italiana nonché con il personale interno della Jaguar Italia stessa.
Comunque, ove riteniate necessaria una prova diretta sul navigatore della mia XF, potete considerarlo sin d'ora a vostra disposizione per testarlo su un vostro veicolo per tutto il tempo occorrente, ovviamente installando al suo posto un altro dispositivo uguale o analogo.Nel caso in cui il problema non sia risolvibile, mi riservo di chiedere un intervento economico in linea con il costo del sistema di navigazione, da concordare nella forma e nella modalità.
Enrico Fraschetti

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Replica ineccepibile quella del Sig. Fraschetti: se la Casa costruttrice non ha gli strumenti per ovviare tecnicamente al problema, deve valutare soluzioni alternative di tipo commerciale equiparabili al costo del sistema di navigazione. La fornitura a titolo gratuito dell'ultimo aggiornamento mappe potrebbe essere un primo passo per consentire ai clienti di verificarne la reale efficacia, fin'ora messa in dubbio. Dalle risposte, in verità evasive, fornite da Jaguar Land Rover Italia si deduce che la soluzione tecnica del problema non è a portata di mano. Peraltro, affermare che il problema "non sia direttamente riconducibile ad un problema della vettura" per il solo fatto che il produttore delle mappe è un'azienda terza specializzata, potrebbe apparire come un maldestro tentativo di scaricare ad altri soggetti  le ovvie responsabilità della Casa automobilistica a cui compete la scelta dei propri fornitori specializzati e l'obbligo di commercializzare un prodotto sicuro e allo stato dell'arte per qualsiasi componente. Invocare, da parte di Jaguar Land Rover, la scusante del fornitore esterno è, in buona sostanza, un'inaspettata caduta di stile oltre che uno scivolone giuridico che indispettisce ancor più la clientela di tali marchi prestigiosi.

IL CENTRO RELAZIONI CLIENTI

L'esperienza telefonica con il n. verde Jaguar descritta dal Sig. Fraschetti non è confortante: non essere mai richiamati e costretti a ripetere i motivi del malcontento ad operatori sempre diversi, non è certo una dimostrazione di efficienza. Queste, insieme ad altre, rappresentano le tipiche  carenze di svariati call center esternalizzati di aziende di altri settori, ma è indubbio che i possessori di auto di prestigio dal costo elevato si aspettano legittimamente un approccio e un'attenzione ben diversi. In attesa di conoscere da Jaguar Land Rover Italia gli ulteriori sviluppi della vicenda, il nostro lettore Sig. Fraschetti potrà avere a titolo gratuito, l'installazione dell'ultimo aggiornamento del sistema di navigazione sulla sua Jaguar XF 3.0. Restate connessi poiché vi faremo sapere se l'aggiornamento al navigatore Jaguar avrà sortito l'effetto sperato dai tanti clienti Jaguar Land Rover.

L'ULTIMO AGGIORNAMENTO NON CAMBIA LE COSE

Come vi abbiamo anticipato in chiusura del nostro articolo, il nostro lettore Sig. Fraschetti  ci ha ora   relazionato in merito ai risultati dell'aggiornamento effettuato sul navigatore della sua Jaguar XF 3.0. Di seguito la relazione inviataci.
Dopo un lungo test su strada Vi informo  sull'esito dell'aggiornamento  del navigatore  effettuato sulla mia Jaguar XF 3.0 Il 19 aprile scorso, su invito della signora Claudia  per nome e conto della Jaguar Italia. Ho fatto eseguire l'aggiornamento delle mappe e  del software presso l'officina alla quale mi rivolgo per i tagliandi. Purtroppo, sono passato di male in peggio, poiché ora il navigatore è praticamente inutilizzabile.
Per brevità, elenco solo alcune delle numerosissime indicazioni errate - o, meglio - senza senso che ho collezionato in una decina di giorni. Indicazioni anche pregiudizievoli ai fini della sicurezza che si aggiungono alla ora ancor più frequente intempestività dei "suggerimenti vocali" sul percorso, quali l'ordine di svolta ad incrocio ormai superato o l'inaccettabile tempo che impiega per trovare percorsi alternativi.
-          Viaggiando da Visso con impostata la destinazione Roma, dopo aver avuto una indicazione errata, sono stato invitato a "invertire il senso di marcia" quando avevo già percorso 18 km dal punto in cui sarebbe stato possibile effettuare tale manovra 16,5 km prima.
-          Procedendo lungo la Valnerina da Macerata con impostata la destinazione Roma, appena superato Triponzo mi viene suggerito di svoltare a SX, ma su quel lato la strada costeggia un burrone e per circa 1 km è addirittura protetta da guard-rail.
-          Procedendo lungo la Valnerina da Visso con impostata la destinazione Roma, al termine della variante che scavalca Ferentillo, il navigatore mi avvisa di una rotonda che NON esiste, inducendomi ad una indecisione in corrispondenza di un incrocio a raso già causa di incidenti anche gravi.
-          Partendo dalla località La Bruna, con destinazione Spoleto, ho ripetuto lo stesso percorso errato due volte, e sono arrivato al punto desiderato solo chiedendo informazioni a gente del posto.
-          Viaggiando da Recanati con destinazione Perugia, a Villa Potenza, all'entrata di una rotatoria nella quale confluiscono 4 strade, il suggerimento è stato: uscire alla 5a uscita!
Passando alla voce "attualità delle mappe" - ho constatato - anche per conoscenza "storica" personale di alcuni luoghi - che l'aggiornamento si ferma ad oltre un anno fa, ma rispetto alle disfunzioni sopra elencate ciò rappresenta comunque solo un "male minore".
Tornando alla cronistoria, pochi giorni dopo "l'aggiornamento", alla signora Claudia- che mi ha contattato nuovamente per telefono - ho anticipato l'aggravamento dei problemi, cosa che ho nuovamente confermato nell'ultima sua chiamata ricevuta l'8 maggio. Nella stessa conversazione mi è stata prospettata l'ipotesi di ritornare nuovamente alla officina autorizzata che ha eseguito l'aggiornamento, ma io nutro sinceramente molte perplessità sulla concreta possibilità di risolvere il problema nella suddetta sede poiché sono sempre più dell'idea che l'origine del malfunzionamento risieda anche nel processore oltre che nelle mappe - e non nella procedura di intervento eseguito il 19 aprile. Inoltre, poiché l'aggiornamento del 19 aprile è stato effettuato con il motore in moto per alcune ore, l'idea di sottoporre nuovamente la mia XF a simile tortura - peraltro tecnicamente sconsigliabile - mi fa sorgere ulteriori preoccupazioni.
Comunque, per ora resto in attesa di conoscere le azioni che Jaguar Italia - alla luce di quanto sopra scritto e comunicato per telefono, peraltro in maniera più estesa alla signora Claudia - riterrà opportuno intraprendere.
 Enrico Fraschetti
L'esperienza del nostro lettore dimostra ancora una volta che tali aggiornamenti siano non solo inefficaci ma addirittura peggiorino la situazione, come nel caso in esame, rendendo il navigatore pericoloso e dunque inutilizzabile. Auspichiamo, da parte della Casa, in assenza di un valido rimedio tecnico, una soluzione di tipo commerciale per una positiva definizione della spiacevole casistica.

Pubblicato in L'esperto di SicurAUTO il 04 Aprile 2017 | Autore: Bruno Pellegrini


Commenti

Mauro Dotti il giorno 11 Aprile 2017 ha scritto:

Possiedo una Discovery Soprt HSE di marzo 2016 e naturalmente faccio parte della lunga lista di proprietari che hanno riscontrato il problema del calcolo percorsi del navigatore presente nell'allestimento di serie. Preciso immediatamente che il problema non è un vezzo estetico o un capriccio, ma un problema di sicurezza in quanto seguendo fedelmente i percorsi indicati dal sistema di navigazione, si mette a rischio l'incolumità dei passeggeri oltre a quelli della vettura stessa e di chi si incontra in senso opposto di marcia. Mandare la vettura in senso vietato o su mulattiere al posto di comode statali, impedisce a volte di fare inversione di marcia, trovandosi così su strade più adatte ad una gara di mountain bike piuttosto che per una vettura. Ed il tutto indipendentemente dalle opzioni impostate al momento della scelta del percorso. Da molti mesi mi sto battendo per aiutare JLR ad identificare e risolvere il problema; ad esempio ho concesso loro la mia username e password del servizio Land Rover Incontrol per consentirgli di scaricare i dati dei percorsi effettuati, ho segnalato loro i percorsi incriminati confrontandoli con percorsi più idonei dati da google maps ma finora, ho ottenuto dal Centro Relazioni Clienti JLR solamente inutili risposte politiche "copia&incolla" date anche ad altri possessori. Nell'ultima comunicazione, CRC JLR rigetta le colpe del malfunzionamento sul suo terzista produttore delle mappe (HERE), cosa che mi ha lasciato del tutto basito ed incredulo, non accettando che una Casa prestigiosa come JLR non si assuma la responsabilità e la gestione di un problema simile, dando colpa ad altri e di fatto lavandosene le mani. Voglio sperare che la risposta del CRC JLR sia stata dettata ad una impiegata da un Manager incapace che a mio avviso va rimosso velocemente da quella posizione. In ogni caso, ho contattato personalmente Here Italy ed un loro addetto afferma di essere al corrente del problema ma, essendo Here un'azienda che produce e fornisce metadati (cartografie), l'unica loro colpa potrebbe essere semmai la "vecchiaia" delle mappe e NON il difetto del calcolo dei percorsi, problema secondo l'addetto, da ricercare nel produttore e fornitore del sistema di navigazione montato sulle Land Rover (Bosch?). Anche in questo caso, ho contattato sia Bosch Germania si Italia chiedendo loro anzitutto se fossero davvero loro i fornitori di tale sistema di navigazione per JLR e poi per chiedere loro un parere. Ad oggi nessuna risposta da Bosch. Di fatto, in questa situazione dove ognuno rimpalla le responsabilità o non risponde, e dove per avere informazioni è ancora il proprietario finale che si deve sbattere (assurdo già questo visto che noi le auto le abbiamo pagate per intero a JLR) noi proprietari siamo gli unici a rimetterci perchè di fatto nessuno sta realmente affrontando il problema. Credo nell'aiuto e nella vicinanza delle testate giornalistiche del settore perchè con il loro impegno, la loro professionalità ed i canali di comunicazione dedicati, possono di certo sensibilizzare ulteriormente JLR ad una rapida ed efficace soluzione al problema, riscontrato da ormai più di un anno su vari modelli del gruppo JLR, sia in Italia ma anche di certo, in UK come si evince dai forum specifici Inglesi.

Mauro Dotti il giorno 27 Aprile 2017 ha scritto:

Ricevo questa risposta dal CRC JLR

"Ns. Rif. 1-185405391

Preg.mo Signor Dotti,

riscontrando la precedente Sua del giorno 19 c.m., siamo a significare quanto segue.

Relativamente al sistema di navigazione, ci riportiamo all’ultima nostra del 12.04.2017.

In merito all’ulteriore inconveniente lamentato nell’ultima Sua, comunichiamo l’assoluta disponibilità ad effettuare ulteriori accertamenti sulla vettura presso le nostre officine autorizzate.

La invitiamo, pertanto, presso un’officina autorizzata della nostra rete per l’espletamento di quanto sopra.

Con l’occasione porgiamo i più cordiali saluti.

Silvestro

Centro Relazioni Clienti

Jaguar Land Rover Italia S.p.A." alla quale ribatto "Spett.le Centro Relazioni Clienti JLR, rispondo alla vostra ennesima INUTILE email. Sono, o meglio siamo (almeno 60 possessori di Land Rover Discovery Sport che dichiarano di avere lo stesso problema al navigatore sul forum Discovery Sport, come potete vedere a questo link http://discoverysport.forumfree.it/?t=7237...st=585#lastpost) stufi ed insoddisfatti delle vostre assurde risposte che da un lato sono sempre le stesse preconfezionate, dall’altra non risolvono nulla e non comunicano nulla di concreto ai Clienti. Forse fareste meglio a mettere un risponditore automatico piuttosto che delle persone costrette a scrivere assurdità che comunicate ai Clienti! Per quanto mi riguarda, sto assistendo ad una squallida gestione del problema che non condivido in quanto lasciate i Clienti allo sbando e soprattutto senza alcun aggiornamento della situazione che pare in stallo. Pertanto il giorno 22/4 vi ho inviato tramite l’associazione consumatori Altroconsumo del quale sono socio, un sollecito atto a chiedervi di comunicare appunto ai Clienti un piano d’azione credibile in merito alla rapida ed efficace risoluzione dei problemi che vi abbiamo denunciato. Considerando che è oltre un anno che siete a conoscenza del problema, ci pare di essere stati oltremodo pazienti nei vostri confronti ed aver ricevuto in cambio solamente assurde e risposte politiche, oltre ad aver assistito ad una inconcepibile vostra presa di posizione quando avete incolpato il vostro terzista di tutti i problemi, una caduta di stile assolutamente di basso profilo per qualsiasi Azienda, figuriamoci per una Casa prestigiosa come Jaguar Land Rover. Detto ciò, trascorsi 15 giorni di calendario dal 24/4 ed in assenza di una vostra reazione convincente, chiederò ai legali di Altroconsumo di aprire una procedura nei vostri confronti per chiari inadempimenti verso i clienti e verso la fornitura di un optional (sul mio modello HSE è di serie) palesemente difettoso. Per la cronaca, ho chiamato il vostro numero verde 800904400 lunedì 24 aprile, cercando di parlare con un responsabile, ma mi è stato detto che fino ad oggi non c'era nessuno con cui poter parlare. Evidentemente hanno preferito fare tutti ponte col 25 aprile piuttosto che impegnarsi a risolvere i problemi di clienti, altra caduta di stile del vostro CRC....... Attendiamo vostra risposta URGENTEMENTE! Cordiali saluti." Attendo con impazienza gli esiti dei test sulla Jaguar XF.....

Mauro Dotti il giorno 10 Maggio 2017 ha scritto:

Non mi aspettavo nulla di buono dall'aggiornamento software sulla XF del Sig. Fraschetti perchè durante questi mesi a contatto con le segnalazioni degli altri proprietari con lo stesso difetto, sono arrivato ad una personalissima conclusione che il problema sia prevalentemente causato dall'hardware (Harman / Bosch) e non dalle cartografie Here. La cosa più sconcertante e desolante è constatare come ancora oggi 10 maggio 2017, dopo più di un anno di segnalazioni , dopo aver concesso a CRC JLR di scaricare i miei percorsi dal, Incontrol, il CRC JLR comunichi ai clienti che segnalano il problema di portare la vettura in assistenza per le verifiche del caso. Questo non serve a nulla se non a far perdere tempo ai proprietari che giustamente si sentono presi per i fondelli! Il problema è noto ed è gestito alla fantozziana da JLR è ora che JLR prenda atto del problema e comunichi ai clienti il loro piano d'azione. Certo è che questa maccheronica vicenda, sta facendo perdere lustro ed immagine ad un nobile marchio....mi domando: ma non era meglio una bella azione di richiamo e spendere qualche soldo per sistemare il problema piuttosto che arrivare a questo punto? Anche perchè non possiamo dimenticarci che in sostanza è un problema di sicurezza, quindi primario. Evidentemente in JLR preferiscono pensarla diversamente e gettare le colpe sui loro terzisti....spero non ci scappi il morto perchè una vettura è finita in un burrone a causa delle indicazioni del navigatore errate e allora poi si che vediamo.....

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri