Tergicristalli: come cambiarli da soli

Avete mai indossato per errore le scarpe al contrario? Speriamo di no. Ma questo è uno dei timori che blocca gli automobilisti alle prese con la sostituzione dei tergicristalli anteriori: montarli in modo errato, e perderli per strada, o montarli invertendo destro e sinistro, creando un patatrac alla prima spazzolata. L'innovazione di un prodotto di qualità ha reso la sostituzione dei tergicristalli alla portata di chi ama guidare, ma non è pratico del faidate. Inoltre, sia il manuale d'uso della vettura (importante nei casi di tergicristalli a scomparsa nei montati) sia la confezione nei prodotti di buona qualità, come abbiamo visto nella produzione dei tergicristalli, spiegano in modo dettagliato la procedura. Tuttavia qualcuno che si ritrova a sostituire quelle di "vecchia generazione" potrebbe avere qualche difficoltà. Nel video potrete scoprire quanto sia facile cambiare i tergicristalli.

E' sempre consigliabile montare le spazzole nuove che abbiano la stessa lunghezza di quelle usurate per evitare che urtino tra loro (modificando l'assetto) o colpiscano la carrozzeria circostante. Per fugare il rischio di un montaggio errato procedete a sostituire una spazzola per volta come vi consigliamo di seguito:

Spazzole con telaio metallico tradizionali

  • Assicuratevi che i tergicristalli non possano attivarsi all'improvviso ferendovi le mani o il viso
  • Sollevate il braccio senza applicare troppa forza finché non si tiene sollevato da solo
  • Se di tipo tradizionale, la spazzola deve essere capovolta (filo del tergente verso l'alto) per disporre il gancio del braccio a favore dell'asola ricavata nella spazzola. Premendo il pulsante di sblocco sulla spazzola la si accompagna verso il basso con l'altra mano senza lasciarla cadere sul cofano.
  • Inserita la nuova spazzola con il tergente verso l'alto nell'uncino metallico del braccio, la si spinge verso l'alto fino a bloccarla, si capovolge per disporre il tergente verso il parabrezza e si abbassa il braccio contrastando la forza della molla che lo scaglierebbe sul vetro.

Nota: su alcune vetture potrebbe essere necessario applicare tra gancio e spazzola il supporto adatto scegliendolo tra quelli in dotazione con i tergicristalli nuovi.

Spazzole flat blade al posto delle tradizionali in metallo

  • Grazie agli agganci universali e retro compatibili (vedi Retro Clip), le spazzole piatte possono essere installate anche sui bracci concepiti in origine per alloggiare le spazzole tradizionali. L'operazione di stacco e riattacco risulta molto più semplice e veloce poiché non bisogna ruotare la spazzola smontarla e rimontarla. Un motivo in più per passare ai tergicristalli di nuova concezione, più leggeri e silenziosi soprattutto in autostrada.

Spazzole flat blade OEM

  • Se l'auto è equipaggiata fin dall'origine di spazzole flat blade la sostituzione dei tergicristalli è ancora più immediata. Premendo un solo pulsante, è possibile installare la spazzola di ricambio su qualsiasi modello di auto senza preoccuparsi di nient'altro.

Spazzola posteriore tergilunotto

  • Se la spazzola è intercambiabile basta sganciarla dal braccio e rimontare la nuova; se invece non è intercambiabile bisogna smontare l'intero braccio e sostituirlo
  • La sostituzione del solo tergente è ormai un'abitudine in disuso considerando la scarsa reperibilità del ricambio adatto alle esatte dimensioni del bilancino che ospita il tergente. Poiché non è facile misurare con precisione l'ampiezza del binario (può variare di decimi di millimetro) e reperire un tergente di qualità, il rischio che durante l'uso il gommino si scalzi, graffiando il lunotto, non vale l'esiguo risparmio. Anche se la Champion vende a ricambio il singolo gommino delle esatte dimensioni.

A prescindere dal tipo di spazzola che montate è fondamentale accertarsi di averla bloccata e testarne il funzionamento prima di mettersi in viaggio.

Come abbiamo visto durante il nostro viaggio, la qualità dei materiali, l'innovazione tecnologica e la ricerca unita ai severi test di durata, fanno si che un tergicristalli possa garantire un'adeguata pulizia dei vetri e una guida confortevole e sicura. Ma in caso di malfunzionamento nel ciclo di vita del prodotto, come deve comportarsi il consumatore? C'è la garanzia sui tergicristalli?

Condividi: