La chimica degli odori: come viene ottenuto l'odore di auto nuova

Acquistare un’auto nuova significa anche poter amara il suo odore, che però è un mix di esalazioni proveniente dai componenti usati nell’assemblaggio

La chimica degli odori: come viene ottenuto l'odore di auto nuova
Tra i più appassionati l'odore di auto nuova risulta piacevole all'olfatto ed offre quella sensazione di soddisfazione che può essere associata solo al guidare, per la prima volta, quella che sarà la propria auto per un certo periodo di tempo. Ma esattamente quello che percepiamo è un mix di odori, una miscela che ci arriva al naso in forma unica ma che viene generato da componenti utilizzati per l'assemblaggio dell'auto.

L'AUTO NUOVA

E' un dato di fatto innegabile che a molte persone piaccia sedersi su di un'auto nuova e godere dell'odore emanato all'interno dell'abitacolo. Può essere un mix di sensazioni fisiche e psicologiche, perché assieme alla percezione che riesce ad avere il naso potrebbe viaggiare in parallelo anche una soddisfazione psicologica, un'emozione indotta dagli ormoni della felicità. D'altronde acquistare un'auto nuova è visto come un traguardo nella vita di molti, perciò una delle tappe importanti della vita. Ma quello che noi avvertiamo non è un deodorante fatto ad hoc: è un mix di ben 50 elementi circa (leggi anche come Seat faccia oltre 400 test chimici per garantire il confort ai propri clienti).

UN MIX DI SOSTANZE

Le auto sono costruite con diversi materiali, che per giunta vengono assemblati nei modi più diversi a seconda delle esigenze. Alcuni di questi vengono mantenuti assieme con delle colle industriali, altri invece hanno bisogno di lubrificanti oppure olii per funzionare al meglio. Tutti questi hanno un odore proprio e contribuiscono a quello che noi percepiamo come odore di auto nuova. Semplicemente gli olii, le colle, gli adesivi, le plastiche nuove, la cera della tappezzeria ed i residui di pittura creano un mix di composti che arriva al nostro naso in forma di odore omogeneo. Ovviamente bastano un paio di mesi e - purtroppo - tutto finisce, a meno che non ci si rifaccia con alcuni dei deodoranti disponibili in commercio, che cercano di riprodurre esattamente la stessa fragranza.

Pubblicato in Curiosità il 18 Giugno 2017 | Autore: Claudio Anniciello


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri