Il Papa dà l’esempio in auto: cintura allacciata anche da passeggero

A bordo di una vettura e con la cintura correttamente allacciata il Papa fa visita ad Amatrice, dimostrando rispetto anche per il Codice della Strada

Il Papa dà l’esempio in auto: cintura allacciata anche da passeggero
Nei giorni scorsi Papa Francesco ha visitato la Zona Rossa di Amatrice, martoriata e devastata dal forte terremoto dello scorso 24 agosto, il Pontefice ha raggiunto i luoghi colpiti dal sisma in auto accompagnato dal vescovo di Rieti. Dalle foto pubblicate dai principali quotidiani e agenzie di stampa salta all'occhio un dettaglio significativo e che forse non tutti avranno colto. Il Papa, che sedeva al posto del passeggero di una Volkswagen Golf, è arrivato ad Amatrice con la cintura correttamente allacciata, un esempio per tutti compresi i tanti vip e politici che sembrano spesso considerarsi immuni dalle norme del Codice della Strada.

SANE ABITUDINI DA NORMAL PEOPLE

Papa Bergoglio ha esordito fin dalla sua prima apparizione di Pontefice della Chiesa Cattolica con uno stile umile e vicino alla gente (come dimenticare il suo Buonasera dalla loggia di S.Pietro?). Papa Francesco ha più volte dimostrato, anche nei piccoli gesti, di essere rimasto coerente con il suo stile di vita "normale", quando da Cardinale usava spostarsi in metropolitana. Arrivare ad Amatrice in auto, una Golf invece di un corteo blindato a sirene spiegate, e togliere la cintura soltanto ad auto ferma sono una ulteriore conferma della forma mentis del Pontefice. Probabilmente Bergoglio quel gesto, quale monito a tutti gli automobilisti non era neppure intenzionale (Leggi al Sud 1 su 3 usa la cintura), dato che le sue preoccupazioni in quel giorno erano ben altre, ma è da considerarsi un esempio dal quale molti dovrebbero trarre ispirazione.

LO STORICO DEI TRASGRESSORI FAMOSI

I casi nei quali, quelli che gran parte dell'opinione pubblica considera Very Important People, vengono pizzicati a infrangere norme fondamentali del CdS sono davvero tanti. Una delle categorie più sprezzanti è risultata essere quella dei calciatori, possiamo citare Totti che dimentica di usare il seggiolino per il figlio e la cintura, Benzema che sfrecciava a 216 km/h quando il limite era di 100 km/h o ancora i tanti giocatori del Bologna (correva l'anno 2012) che collezionarono oltre 100 mila euro di multe per accessi non autorizzati alle ZTL con pass irregolari e innumerevoli infrazioni al Codice. Non sono da meno degli sportivi molte autorità politiche, alte cariche dello Stato e Ministri i quali, nonostante al Codice della Strada "mettano mano", oltre a sembrare spesso indifferenti alle tematiche della sicurezza stradale, vengono immortalati e ripresi dalle telecamere senza la cintura di sicurezza.

L'ECLATANTE DENUNCIA A PAPA RATZINGER

Il caso virtuoso di Papa Francesco porta alla mente quanto accaduto in Germania al suo predecessore Papa Benedetto XVI e divenuto ormai un aneddoto. Nel 2011 Papa Ratzinger visitò Friburgo al termine di un viaggio sul territorio tedesco; uno zelante cittadino di Dortmund, Uwe Hillsman, non esitò a denunciare alla magistratura il Pontefice proprio perché non indossava la cintura di sicurezza durante la visita ufficiale della città in auto. Per concludere, di Papa Bergoglio apprezziamo anche la scelta della vettura, una Golf GTE ibrida e non uno dei bolidi che fanno parte del parco auto del Vaticano, il quale comprende, tra le altre, Maserati Quattroporte, Mercedes Classe S e Volkswagen Phaeton.

Pubblicato in Blog della Redazione il 07 Ottobre 2016 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri