Il nuovo codice e la buffonata della revoca a vita della patente

Il nuovo codice della strada 2010 ha portato con sé tantissime novità, anche troppe visto che non passa giorno che non si ci accorga di qualche castroneria, tuttavia una delle novità più...

Il nuovo codice e la buffonata della revoca a vita della patente
Il nuovo codice della strada 2010 ha portato con sé tantissime novità, anche troppe visto che non passa giorno che non ci si accorga di qualche castroneria, tuttavia una delle novità più rilevanti è la tanto sbandierata revoca della patente a vita.
Una novità assoluta per il nostro codice della strada, mai era stata introdotta una norma così dura.
Tuttavia, tanto per cambiare, andando a spulciare il codice si ci accorge che non è tutto oro quel che luccica...
Infatti, leggendo bene l'articolo 120 del codice della strada, comma 1 si scopre che:
[..] Non possono di nuovo conseguire la patente di guida le persone a cui sia applicata per la seconda volta, con sentenza di condanna per il reato di cui al terzo periodo del comma 2 dell'articolo 222, la revoca della patente ai sensi del quarto periodo del medesimo comma.[...]
Cosa dice il comma 2 dell'articolo 222 del codice della strada?
Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa la sospensione della patente e' da quindici giorni a tre mesi. Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa grave o gravissima la sospensione della patente e' fino a due anni. Nel caso di omicidio colposo la sospensione e' fino a quattro anni. Se il fatto di cui al secondo o al terzo periodo precedente è commesso da soggetto in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera c), ovvero da soggetto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, il giudice applica la sanzione amministrativa accessoria della revoca della patente.
Non ci avete capito ancora nulla? Tranquilli è tutto normale! Il nostro codice è scritto in cirillico... e poi si ci lamenta che la gente non conosce il codice. Scritto così nemmeno io lo capivo.
Tuttavia, tra una circolare e una sintesi operativa si deduce l'assurdità della norma...

La revoca della patente di guida a vita è limitata solo ai soggetti che:

  • provocano la morte di uno o più cittadini durante un incidente
  • ripetano questo omicidio DUE volte nella vita a distanza di tempo
  • siano stati condannati dal Giudice per tale reato
  • e... udite udite... si siano messi alla guida, in entrambi i casi, sotto l'influenza di alcol o droghe
Veramente una norma stupefacente!...
Quindi, se il conducente omicida è così "furbo" da commettere questi reati (o solo uno) senza aver assunto prima alcol o droga potrà conseguire la patente ancora una volta!
Secondo voi quante sono le persone in Italia che subiranno questa fantomatica revoca a vita? Secondo me quasi nessuna, forse qualche decina. Ecco, quindi, come distruggere una norma potenzialmente utile.
Voi che ne pensate?

Pubblicato in Blog della Redazione il 13 Settembre 2010 | Autore: Claudio Cangialosi


Commenti

Oscarino  il giorno 09 Gennaio 2014 ha scritto:

La patente andrebbe sospesa a vita a chiunque venga sorpreso a guidare ubriaco o drogato, quindi prima che si verifichi la morte di qualcuno. Si chiamano misure preventive.

Il Listino di SicurAUTO.it

Sogni un'auto nuova? Consulta il listino prezzi e configura la tua auto